20 ottobre 2021
Aggiornato 23:30
Shopping online

Natale da record per gli acquisti online

Le vendite digitali sono cresciute di circa il 58% durante i cinque giorni precedenti il Natale, nonostante le spedizioni non fossero già più garantite

Shopping online
Shopping online Pixabay

Salesforce, azienda leader globale nel CRM, ha pubblicato oggi il 2020 Holiday Shopping Report, l’analisi annuale sull’andamento dello shopping durante le feste. I dati di Salesforce mostrano un aumento del 50% della spesa digitale rispetto allo shopping natalizio del 2019. A livello globale sono stati spesi 1,1 trilioni di dollari, di cui 236 miliardi di dollari solo negli negli Stati Uniti, (erano 165 nel 2019).

Salesforce ha analizzato le informazioni di oltre un miliardo di consumatori globali in più di 40 paesi tramite la piattaforma Commerce Cloud durante le festività natalizie, ossia tra il 1 novembre e il 31 dicembre 2020. Le principali tendenze emerse sono:

  • Le vendite digitali sono cresciute più tardi nel corso dell'anno, nonostante l'inizio anticipato dello shopping natalizio - Sebbene i brand abbiano dato il via agli sconti e alle promozioni per le festività all’inizio di ottobre, la maggior parte delle vendite digitali del 2020 sono avvenute più vicino al Natale. Le vendite digitali totali della Cyber Week hanno raggiunto 270 miliardi di dollari a livello globale, mentre le prime due settimane di dicembre hanno totalizzato 181 miliardi di dollari di vendite globali.
  • I negozi che offrono opzioni di ritiro tramite punti di raccolta e di altro tipo sono cresciuti quasi il doppio rispetto a quelli che non lo hanno fatto - A causa della congestione nei sistemi di spedizione e della maggiore propensione alla sicurezza dei consumatori, i rivenditori con le opzioni di ritiro in negozio o tramite punti di raccolta hanno sovraperformato rispetto a quelli senza questi servizi. Negli Stati Uniti, i commercianti che hanno offerto queste opzioni hanno aumentato in media le entrate digitali del 49% su base annua, mentre i rivenditori che non hanno scelto queste modalità hanno visto una crescita media solo del 28%. I brand che offrono opzioni di ritiro in negozio e in modalità pick-up hanno inoltre registrato una crescita del fatturato digitale del 54% su base annua nei cinque giorni precedenti il Natale, rispetto al 34% di quelli che non lo hanno fatto.
  • I consumatori hanno sfruttato maggiormente le opzioni di finanziamento - I consumatori che hanno scelto di pagare a rate molti regali tramite le modalità «acquista ora, paga dopo», sono aumentati del 109% rispetto all’anno precedente, un percentuale che è aumentata soprattutto la settimana prima di Natale.
  • Gli articoli sportivi e gli articoli per la casa sono state le categorie di prodotti più richieste - I ricavi per gli articoli sportivi sono cresciuti del 108% rispetto all’anno precedente, gli articoli per la casa sono cresciuti dell’89%, mentre la spesa per i generi alimentari e le bevande hanno tenuto il passo con una crescita dell’80%. Le categorie che hanno registrato una crescita minore nelle entrate durante le festività natalizie sono state le calzature (39%) e l’abbigliamento in generale (40%).
  • I brand si preparano al fenomeno «returnageddon» - Si prevede che oltre 330 miliardi di dollari di acquisti online verranno restituiti a livello globale, circa il 30% di tutti gli acquisti effettuati, a seguito del picco di e-commerce di questa festività.

«La stagione delle shopping natalizio del 2020 è stata definita dalla pandemia e ha costretto i rivenditori e i marchi a innovare rapidamente introducendo servizi come il ritiro in negozio tramite punti di raccolta, con un focus importante sui social, i servizi di messaggistica e il live streaming per raggiungere i consumatori con nuove modalità», ha affermato Rob Garf , VP, Industry Strategy for Retail di Salesforce. «Ci aspettiamo che queste nuove innovazioni rimangano nel 2021 e che le strategie messe in atto durante le festività diventino il nuovo standard che i consumatori si aspettano dai propri rivenditori e brand preferiti». Salesforce ha sostenuto i brand nella gestione dello shopping natalizio.

Mentre la pandemia ha forzato i consumatori a stare fuori dai negozi e ad acquistare online, Salesforce ha aiutato i brand di tutto il mondo a raddoppiare la propria presenza digitale nell’affrontare le nuove sfide. Tra il 1 ° novembre e il 31 dicembre 2020, i clienti Salesforce hanno gestito oltre 204 milioni di ordini online su Commerce Cloud, offrendo al contempo esperienze digitali rapide, facili e personalizzate ai consumatori.

  • Commerce Cloud - Le vendite digitali gestite tramite Commerce Cloud sono aumentate del 76% su base annua durante le festività natalizie del 2020.
  • Marketing Cloud - Le comunicazioni di marketing a livello globale effettuate tramite Marketing Cloud sono complessivamente aumentate durante le ultime festività con 7,2 miliardi di notifiche push, 3,7 miliardi di messaggi SMS e 129 miliardi di e-mail totali inviate, con un impegno sempre costante per tutta la stagione da parte dei professionisti del marketing.
  • Einstein - L'intelligenza artificiale ha continuato a svolgere un ruolo fondamentale nel modo in cui i consumatori hanno fatto acquisti durante le festività natalizie. Einstein ha supportato l’11% degli ordini digitali, con una crescita del 25% rispetto all’anno precedente.
  • Service Cloud - Gli operatori del servizio clienti hanno gestito più di 14,5 miliardi di casi e hanno ricevuto più di 946 milioni di chiamate al servizio clienti durante le festività natalizie tramite Service Cloud.