13 luglio 2020
Aggiornato 19:30
Cloud computing

Salesforce nomina un advisory board per supportare la crescita in EMEA

Nomina di un advisory board composto da importanti Top Manager internazionali, con l'obiettivo di fornire consulenza strategica e supporto alla strategia di espansione di Salesforce

Peter Löscher, uno dei membri dell’advisory board
Peter Löscher, uno dei membri dell’advisory board Ufficio Stampa

Salesforce, leader globale nel CRM, ha annunciato oggi la nomina di un advisory board composto da importanti Top Manager internazionali, con l'obiettivo di fornire consulenza strategica e supporto alla strategia di espansione di Salesforce in Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA), la regione che lo scorso anno ha fatto registrare la crescita più rapida. Il nuovo consiglio si riunirà trimestralmente e sarà guidato da Alex Dayon che è già Chairman dell'Advisory Board di Salesforce.

I membri del board sono stati leader di importanti società in diversi settori, tra cui beni di consumo, assicurazioni, industria automobilistica, moda e tecnologia e attualmente ricoprono funzioni di consiglieri indipendenti nei consigli di amministrazione di varie società. «Attingere all'esperienza di un comitato consultivo di questo calibro è essenziale per affrontare le sfide senza precedenti che stanno rimodellando il nostro mondo», ha dichiarato Gavin Patterson, presidente e CEO di Salesforce International. «Il board sarà centrale nel fornirci consigli utili su come sviluppare il rapporto con i nostri clienti EMEA soprattutto in questa fase in cui vanno aiutati a riprendersi dalla pandemia di COVID-19 e preparare insieme a loro la nuova normalità."

I membri dell’advisory board

  • Stefan Heidenreich (Vice-Chair), già CEO di Beiersdorf AG
  • Jayne-Anne Gadhia, già CEO di Virgin Money; Fondatore ed Executive Chair di Snoop
  • Ana García Fau, Chairperson di Finerge e già CEO di Yell Publicidad SA
  • Harald Krüger, già Presidente e CEO di BMW AG
  • Peter Löscher, già CEO di Siemens AG
  • Guillaume Pepy, già Presidente e CEO di SNCF Group
  • Francesco Trapani, già CEO di Bulgari
  • Véronique Weill, General Manager di Publicis Groupe SA
  • Alexander Wynaendts, già CEO e Presidente di Aegon N.V.

L'incontro inaugurale dell’advisory board si terrà all'inizio di giugno.

Stefan Heidenreich (Vice-Chair)

Stefan è un investitore attivo, consulente senior e membro del consiglio di amministrazione di diverse società internazionali, come EQT, Perella Weinberg e EMH Partners. Dopo aver studiato economia aziendale a Kiel, oltre a collaborare con Procter & Gamble e Benckiser, è stato CEO di Hero tra il 2004 e il 2011. Nel corso del suo mandato come CEO di Beiersdorf AG tra il 2012 e il 2019, il valore dell'azienda è più che raddoppiato. Ha ricoperto la carica di consigliere di amministrazione non esecutivo presso Godiva Chocolatier Inc. tra il 2008 e il 2014 e di direttore non esecutivo presso Coca-Cola HBC AG dal 2012 al 2014.

Jayne-Anne Gadhia

Jayne-Anne Gadhia è fondatrice e presidente di Snoop ed ex CEO di Salesforce UKI. Dottore commercialista, Jayne-Anne ha trascorso sei anni alla Norwich Union (ora Aviva) prima di diventare uno dei fondatori di Virgin Direct nel 1995. Tre anni dopo, ha creato Virgin One, che è stato acquisito dalla Royal Bank of Scotland (RBS) nel 2001. Ha trascorso cinque anni in RBS prima di tornare a Virgin come CEO di Virgin Money tra il 2007 e il 2018. Nel novembre 2016 è stata nominata Women in Finance Champion dal governo del Regno Unito.

Ana García Fau

Con una vasta esperienza in ruoli dirigenziali internazionali con responsabilità di Profit & Loss (P&L), tra il 2006 e il 2014 Ana García Fau è stata CEO di Yell per il mercato spagnolo e latinoamericano, prima di espandere il suo ruolo nel mercato ispanico statunitense. In precedenza, tra il 1997 e il 2016, presso il Gruppo Telefonica ha ricoperto il ruolo di Chief Corporate Development Officer e CFO di TPI-Paginas Amarillas. Ana è un membro attivo dell'International Women Forum. Laureata in economia, business administration e diritto, ha conseguito anche un MBA presso il Massachusetts Institute of Technology (MIT) negli Stati Uniti. Attualmente è direttrice non esecutiva di diversi aziende pubbliche e private come Merlin Properties SA (Spagna), Gestamp Automocion SA (Spagna), Eutelsat SA (Francia) e DLA Piper LLP (Regno Unito) e presidente non esecutivo di Finerge SA (Portogallo).

Harald Krüger

Harald Krüger è nato a Friburgo (Germania) nel 1965 e ha studiato ingegneria alla Technische Universitaet di Braunschweig e RWTH Aachen. Dopo un anno come assistente di ricerca presso l'Institute of Flight System Dynamics del Centro aerospaziale tedesco, è entrato in BMW AG nel 1992 come management trainee. Dopo aver lavorato per due anni come ingegnere progettista presso lo stabilimento di Spartanburg (USA), ha ricoperto varie funzioni dirigenziali presso la BMW AG di Monaco (Germania) e Hams Hall (Regno Unito) dal 1995 al 2008. Nel dicembre 2008 è stato nominato membro del consiglio di amministrazione, responsabile delle risorse umane, di MINI, BMW Motorcycles, Rolls-Royce e Aftersales e, ultimo ma non meno importante, della produzione. Da maggio 2015 ad agosto 2019 ha ricoperto la carica di presidente del consiglio di amministrazione di BMW AG. Nel maggio 2018 è diventato membro del consiglio di sorveglianza di Deutsche Telekom AG e, nel maggio 2020, di Deutsche Lufthansa AG.

Peter Löscher

Peter Löscher è ex presidente e CEO di Siemens AG e ex CEO di Renova Management AG. In precedenza, è stato Presidente della Global Human Health e membro del Consiglio Direttivo di Merck & Co. Attualmente è Presidente del Consiglio di amministrazione di Sulzer AG in Svizzera, e Presidente del Consiglio di vigilanza di Telefónica Deutschland Holding AG in Germania. È membro del consiglio di amministrazione di Telefónica S.A. in Spagna, di Royal Philips N.V. in Olanda, del gruppo Thyssen-Bornemisza A e, Svizzera, e consigliere non esecutivo di Doha Venture Capital LLC in Qatar.

Guillaume Pepy

Guillaume Pepy, funzionario di alto rango del governo francese, ha ricoperto la carica di presidente del comitato esecutivo di SNCF, l'autorità ferroviaria nazionale francese. È anche presidente di Eurostar e vicepresidente del gruppo Keolis ed è attualmente direttore non esecutivo di Lagardere. Laureato a Sciences Po, è un ex alunno dell'École nationale d'administration.

Francesco Trapani

Francesco Trapani è presidente esecutivo di Vam Investments Group SpA e vice presidente esecutivo e Partner di Tages Holding SpA. In precedenza, è stato CEO di Bulgari, dove tra il 1984 e il 2011 ha contribuito a trasformare l'azienda in uno dei marchi di gioielli di lusso di maggior successo. Nel 2001, ha gestito la joint venture Bulgari con Marriott International per aprire Bulgari Hotels and Resorts. Nel 2011 ha anche supervisionato le vendite e l'integrazione di Bulgari all'interno di Moët Hennessy - Louis Vuitton (LVMH). È stato membro del consiglio di amministrazione di Tiffany & Co tra il 2017 e il 2019.

Véronique Weill

Veronique Weill è General Manager di Publicis Groupe e, tra gli altri incarichi, responsabile dell’IT e delle operazioni di servizi condivisi della società e di M&A. Véronique ha trascorso 21 anni presso JP Morgan, dove ha guidato Operations e IT a livello globale. È entrata in Axa nel 2006 dove, come Chief Operating Officer e poi Chief Customer Officer, ha contribuito a rendere Axa il marchio assicurativo numero uno al mondo. Véronique si è laureata all'Institut d’études politiques di Parigi (IEP) e in letteratura presso l'Università Sorbona.

Alexander Wynaendts

Alexander Wynaendts ha trascorso oltre 30 anni nel campo della finanza e delle assicurazioni internazionali. Ha iniziato la sua carriera presso la banca ABN AMRO nel 1984, lavorando nelle operazioni di private banking e investment banking ad Amsterdam e a Londra. Prima di essere nominato CEO di Aegon, a partire dal 1997 Alexander ha ricoperto diverse posizioni nella società occupandosi di sviluppo del business del gruppo. In qualità di CEO, ha guidato Aegon durante la crisi economica, assicurando alla società il mantenimento di una solida posizione patrimoniale. Ha studiato in Francia, dove ha conseguito lauree in ingegneria elettronica e in economia.