2 giugno 2020
Aggiornato 00:00
Emergenza Coronavirus

Il Programma Connected Retail di Zalando offre supporto ai negozi fisici

Il programma Connected Retail può aiutare ad alleviare le difficoltà finanziarie e a ricollegare i brand con i clienti online, poiché i retailer fisici si trovano ad affrontare delle nuove sfide

Carsten Keller, VP Direct to Consumer
Carsten Keller, VP Direct to Consumer Ufficio Stampa

MILANO - Dall'inizio della crisi da Coronavirus in Europa, Zalando ha valutato attentamente come poter offrire soluzioni migliori. L'industria della moda, e in particolare i negozi fisici, sono stati pesantemente colpiti dalle misure di distanziamento sociale e dai blocchi in diversi Paesi. Secondo il report Statista 2019, l'87% delle vendite nel settore moda a livello europeo avviene offline. Per molti negozi fisici ciò si traduce in un brusco calo, un aumento delle difficoltà finanziarie e una situazione che, per il momento, è incerta. Il Programma Connected Retail è uno dei modi con cui Zalando vuole supportare le imprese colpite dalla crisi.

Programma Connected Retail

«In quanto piattaforma europea online leader per il fashion e il lifestyle, Zalando vuole utilizzare le proprie capacità e risorse per aiutare a risolvere le sfide più urgenti durante questa crisi. Grazie al Porgramma Connected Retail, i retailer fisici possono connettersi con la piattaforma Zalando e vendere i propri prodotti direttamente ai clienti online di Zalando,» afferma Carsten Keller, VP Direct to Consumer. «Attualmente, oltre 1.500 negozi fisici in Germania e nei Paesi Bassi sono collegati alla piattaforma di Zalando, dove generano una quota rilevante delle proprie entrate. A causa dell'urgenza della situazione per molti, Zalando ha accelerato gli sforzi per aiutare i negozi fisici: l’azienda sta rinunciando alle commissioni e sta passando ad un programma di pagamento settimanale».

Questa offerta dedicata si applica ai brand e ai retailer fisici in Germania e nei Paesi Bassi a partire dal 1° aprile e resta valida fino al 31 maggio. In questo periodo, Zalando rinuncerà alle commissioni per i partner di vendita al dettaglio nuovi ed esistenti e passerà da un piano di pagamento mensile a uno settimanale. Connected Retail è aperto a tutti i rivenditori e brand con negozi fisici, purché offrano prodotti venduti su Zalando. I negozi potranno collegare facilmente il proprio magazzino alla piattaforma. Zalando fornirà contenuti online, servizi di pagamento, assistenza clienti e supporto dedicato attraverso un account manager personale.

Tutti i resi verranno consegnati al negozio

Una volta inseriti nel programma, i negozi potranno evadere gli ordini che i clienti di Zalando effettuano sulla piattaforma. I corrieri (DHL in Germania, PostNL nei Paesi Bassi) ritireranno gli ordini direttamente dal negozio specifico; come farebbe un cliente in una situazione quotidiana. Tutti i resi verranno consegnati direttamente al negozio.

Connected Retail è un business relativamente giovane e ancora in fase di accelerazione. Alcune imperfezioni potrebbero emergere nelle prossime settimane e il team di Zalando continuerà a lavorare a stretto contatto con i partner per gestire tutti i punti critici nel modo più agevole e cooperativo possibile. «Riconosciamo l'importanza di agire rapidamente e vogliamo offrire ora ai negozi fisici l'accesso alla domanda online. Siamo uniti in questa situazione». - conclude Carsten.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal