31 maggio 2020
Aggiornato 10:00
Privacy

Privacy, sicurezza e affidabilità: ecco come Fanplayr protegge i suoi utenti

In un contesto in continua evoluzione, dove i dati degli utenti sono sempre più tracciati, la privacy diventa la priorità per chiunque si affacci al mondo dell’ecommerce

Enrico Quarori, VP Global Sales di Fanplayr
Enrico Quarori, VP Global Sales di Fanplayr Ufficio Stampa

MILANO - Nel corso degli anni, il proliferare di servizi di tracking e ad-tech ha portato ad un aumento di siti che utilizzano i cookies e di altri sistemi di tracciamento. Da sempre, la privacy e la sicurezza sono di fondamentale importanza e si è lavorato per implementarle nei browser, soprattutto aumentando la protezione contro i cosiddetti «script di terze parti», specialmente contro quelli che tracciano l'attività dell'utente online. Ma mentre la maggior parte dei siti utilizza questo tipo di servizi per esigenze di business reali, il volume di queste attività e il suo impatto sull'esperienza dell'utente hanno reso necessaria l'implementazione di strumenti per fermare il tracking illegittimo.

Tecnologia Fanplayr

In questo contesto in continua evoluzione, Fanplayr ha innovato costantemente la sua soluzione per essere sempre un passo avanti. La profonda conoscenza del funzionamento dei browser e la sua capacità di monitorare l’evoluzione tecnologica e aggiornare le proprie soluzioni, hanno aiutato Fanplayr a fornire un servizio di sempre all’avanguardia. La tecnologia di Fanplayr traccia e indirizza i propri utenti in modo affidabile e coerente, fornendo la migliore esperienza possibile, portando a un maggiore coinvolgimento ed aumento dei tassi di conversione e ricavi.

Oggi, la privacy è una questione fondamentale per i browser in quanto ha implicazioni sia in termini di esperienza dell’utente, che di tecnologia, di marketing e di quote di mercato. Anche se i sistemi di protezione della privacy esistono da molti anni e sono stati sufficienti per soddisfare le esperienze passate, ora l’innovazione tecnologica, le nuove metodologie d’uso e la proliferazione dei servizi di tracking hanno imposto ai browser un’intensificazione dei loro sforzi nel contrastarli.

Browser e tracciamento dei cookie

Tutti i principali fornitori di browser hanno annunciato cambiamenti nella modalità di gestione del tracciamento e ognuno ha adottato approcci differenti per prevenirlo. Una procedura è quella di rendere sempre più difficile il tracciamento del percorso degli utenti attraverso i siti. I servizi di tracking non sono più in grado di tracciare un utente attraverso la loro rete in modo corretto per garantire un targeting o un re-targeting di qualità. Alcune restrizioni entrate in vigore hanno avuto un impatto importante su molti servizi che si basano sul tracking e, con i cookie con scadenza da uno a tre giorni, le nuove restrizioni sull’archiviazione locale e l’attribuzione di look back, l’identificazione degli utenti e il re-targeting sono diventati molto complicati, o del tutto impossibili nel peggiore dei casi.

Una questione diversa, ma correlata, riguarda alcuni siti che, in modo legittimo, tracciano gli utenti usando i cookie e che potrebbero essere bloccati dai sistemi di tracking, causando problemi nella user experience. In questo caso i fornitori di browser sono intervenuti a supporto dei publisher per evitare interruzioni lato utente, continuando a fornire la stessa qualità di servizio a cui gli utenti sono abituati, ma allo stesso tempo, rendendo impossibile agli script di terze parti di sfruttarli.

«Grazie al nostro Behavioral Hub, a un approccio aperto ai dati, una segmentazione all’avanguardia, molteplici opzioni di targeting e un Customer Success Team di livello mondiale, Fanplayr risulta essere una soluzione davvero unica per l’ecommerce e per l’indentificazione degli utenti,» commenta Enrico Quaroni, VP Global Sales di Fanplayr. «A testimonianza della nostra attenzione verso l’utente finale abbiamo recentemente ottenuto la certificazione Service Organization Compliance (SOC 2) riconosciuto dall’American Institute of CPAs e comparabile alla certificazione ISO 27001. Questo indice stabilisce gli standard per la gestione dei dati dei clienti utilizzando cinque principi di fiducia che rispecchiano l’approccio di Fanplayr: sicurezza, disponibilità, integrità dei processi, affidabilità e privacy. Questa certificazione è l’ultimo step del continuo commitment di Fanplayr per fornire il più alto standard di sicurezza nella gestione delle informazioni relative ai suoi clienti.»

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal