24 ottobre 2019
Aggiornato 03:30
Social network

Facebook rafforza il controllo delle fake news in vista delle elezioni del 26 maggio

In una nota la società di Mark Zuckerberg che rischia una multa miliardaria per lo scandalo cosiddetto Cambridge Analytica, annuncia di aver fatto della lotta alle false informazioni una priorità

Il logo di Facebook
Il logo di Facebook ANSA

ROMA - Facebook rafforza il controllo delle fake news in vista delle elezioni europee del 26 maggio. In una nota la società di Mark Zuckerberg che rischia una multa miliardaria dalla Federal Trade Commission per lo scandalo cosiddetto Cambridge Analytica, annuncia di aver fatto della lotta alle false informazioni una priorità. Per questo il gruppo ha stretto accordi con nuovi 5 nuovi partner di fact-checking: Ellinika Hoaxes in Grecia, FactCheckNI in Irlanda del Nord, Faktograf in Croazia, Observador in Portogallo and Patikrinta 15min in Lituania. «Queste organizzazioni analizzeranno e valuteranno l'accuratezza dei contenuti su Facebook».

Associazioni accreditate

Queste associazioni sono tutte accreditate presso l'International Fact-Checking Network, che si avvale di standard di trasparenza delle fonti e imparzialità.

Come funzionerà il fact-checking

Il programma di Facebook arriva così a includere 21 partner di fact-checking in 14 paesi. Quando 'il controllore' «valuta una storia come falsa - spiega Facebook - noi la mostriamo più in basso sulla News feed riducendo significativamente la sua distribuzione. Questo riduce la diffusione della storia e il numero di persone che la vedono: nella nostra esperienza quando una storia viene giudicata falsa la sua distribuzione è ridotta dell'80%».