20 luglio 2019
Aggiornato 18:00
energy

Edison entra in un fondo di venture capital che investirà anche in Italia

Partnership tra Edison e Idinvest Partners, una delle principali società di private equity paneuropee. Focus su smart energy, smart building & industry, new mobility

Edison entra in un fondo di venture capital che investirà anche in Italia
Edison entra in un fondo di venture capital che investirà anche in Italia Shutterstock

MILANO - Gli occhi sono puntati sulla smart city, la città del futuro. Connessa, con edifici in ottica smart building, intelligenza artificiale per comprendere le abitudini dei cittadini, una mobilità sempre più smart che guarda ai risparmi. E per realizzare una città di questo tipo, le grandi aziende puntano sulle startup in un’ottica sempre più incentrata sull’open innovation e sul corporate venture capital. Come confermano i numeri dell’ultimo Osservatorio sull’Open Innovation e il Corporate Ventur Capital italiano, secondo cui crescono le startup innovative partecipate da almeno una corporate che raggiungono 2154 unità (nel 2016 erano 2000) e crescono gli investitori corporate, che passano da 5149 del 2016 ai 6727 del 2017 (+ 31%).

Una strategia seguita anche da Edison che ha da poco annunciato una partnership di venture capital con Idinvest Partners, una delle principali società di private equity paneuropee. Questa partnership strategica di venture capital copre l'investimento da parte di Edison nel fondo di investimento Smart City gestito da Idinvest e focalizzato sulle startup dedicate a Smart Energy, Smart Building & Industry, New Mobility e Tecnologie Abilitanti in Europa, Nord America, Israele e Asia. La partnership prevede anche l'opportunità di co-investire in quelle startup che sono di particolare interesse per Edison, migliorando così il massimo investimento potenziale del fondo.

Un occhio di riguardo sarà puntato all’ecosistema del Belpaese. Idinvest, infatti, si impegna a promuovere l’innovazione italiana investendo in una o più imprese e startup innovative che rientrano nel proprio focus di investimento attraverso la propria attività di venture capital. Parallelamente a questa iniziativa, Edison ha anche attivato al suo interno un’unità operativa dedicata all’innovazione con la previsione di lanciare un programma di trasformazione digitale interna ed esterna all’azienda di cui, tuttavia, non si conoscono ancora i dettagli precisi.

La partecipazione al fondo denominato Electranova Capital è di fondamentale importanza per Edison, nell’ottica di un graduale rinnovamento dei processi aziendali, volto ad esplorare maggiormente il mondo delle startup anche al di fuori del contesto nazionale. «Questa partnership sarà utile per esplorare nuove opportunità in grado di innovare il nostro modello di business e aiutare a svilupparne di nuovi - ha detto Giovanni Brianza, Vice Presidente Esecutivo, Strategia, Sviluppo Corporate e Innovazione di Edison -. L’obiettivo è raggiungere la nostra missione di un futuro a basse emissioni di carbonio e sostenibile entro il 2030».

Ma la partnership è una buona occasione anche per l’ecosistema italiano delle startup. Idinvest Partners, infatti, è una rinomata società di private equity europea, attiva nel mid-market. Con circa 9 miliardi di euro in gestione, l'azienda ha sviluppato diverse aree di competenza, comprese le operazioni di venture capital per le startup innovative. Fondata nel 1997, Idinvest Partners era una filiale di Allianz fino al 2010, quando si è poi staccata, diventando una società indipendente. «Riteniamo che l'ecosistema italiano per l'innovazione abbia finalmente tutti gli ingredienti per svilupparsi rapidamente, e sempre più aziende innovative rientrano nel focus degli investimenti di Idinvest - ha concluso Fabio Mondini de Focatiis, Venture Partner di Idinvest Partners -. La partnership con Edison, un grande esempio di coinvolgimento delle imprese italiane nel venture capital, fornirà a entrambe le parti ulteriori opportunità e un posizionamento più forte nel mercato».