19 giugno 2019
Aggiornato 03:00
criptomonete

Con Coinbase puoi accettare pagamenti in Bitcoin sul tuo e-commerce

Coinbase lancia un nuovo tool che permette alle piattaforme e-commerce di supportare transazioni in criptovalute

Con Coinbase puoi accettare pagamenti in Bitcoin sul tuo e-commerce
Con Coinbase puoi accettare pagamenti in Bitcoin sul tuo e-commerce ( Shutterstock )

MILANO - L’ascesa più o meno positiva di Bitcoin e delle altre criptomonete ha sollevato l’interesse dell’intera popolazione globale nei confronti delle criptovalute. Un interesse di massa, che non ha risparmiato nessuno, specialmente i commercianti, sempre più inclini ad accettare le criptomonete per i loro scambi commerciali, anche online. Per facilitare questi scambi, Coinbase - un’azienda che ospita portafogli digitali in Bitcoin e altre criptomonete - ha deciso di lanciare un nuovo tool che permette ai proprietari di piattaforme e-commerce di accettare valute virtuali.

Il servizio, chiamato Coinbase Commerce, permette agli esercenti di accettare transazioni in criptovalute, in particolare Bitcoin, BitcoinCash, Ethereum e Litecoin e di vedersele versate direttamente in un proprio wallet su Coinbase. Il plug-in può essere direttamente integrato nel flusso di cassa di un commerciante o aggiunto come opzione di pagamento su una piattaforma e-commerce, accanto a PayPal o alle carte di credito. La sua installazione è gratuita.

L’esercente dovrà registrarsi sulla piattaforma e tutto ciò che serve per supportare le transazioni in criptovalute è un semplice indirizzo mail e un numero di telefono. Così il cliente, insieme alle altre opzioni di pagamento, troverà anche Coinbase Commerce, per effettuare la transazione. La conferma della transazione dovrebbe richiedere non più di 15 minuti: il commerciante, quindi, non riceverà subito il denaro sul proprio conto. Il costo del servizio dovrebbe attestarsi intorno all’1% della transazione, quindi meno di PayPal che applica una tariffa compresa tra il 2e il 3% della transazione.

È importante notare che Coinbase Commerce non è un servizio in hosting, il che significa che gli esercenti avranno «pieno controllo della propria moneta digitale». Questa notizia arriva dopo la recente decisione di Stripe di abbandonare completamente il supporto a Bitcoin per le sue transazioni, a causa delle elevate commissioni e della volatilità dei prezzi, due caratteristiche che ancora lasciano molti punti interrogativi nelle intenzioni dei maggiori commercianti.

Coinbase Commerce è già stato integrato in Shopify, la popolarissima piattaforma di e-commerce che ospita oltre mezzo milione di commercianti in tutto il globo, i quali potranno dunque disporre di questa nuova opzione di pagamento per spingere i propri business attraendo quegli utenti che desiderano comprare in criptovalute. Il servizio, infatti, non è disponibile solo negli Stati Uniti, come ci si potrebbe aspettare, ma in tutto il mondo.