Innovazione | Bandi Pubblici

Eccellenza scientifica e divulgazione, una call per i ricercatori d'Italia

E' il Premio GioveděScienza, dedicato ai ricercatori under 35 di tutti gli Enti di ricerca italiani

Eccellenza scientifica e divulgazione, una call per i ricercatori d'Italia
Eccellenza scientifica e divulgazione, una call per i ricercatori d'Italia (Shutterstock.com)

TORINO - Dare visibilità ai giovani ricercatori che con il loro lavoro contribuiscono allo sviluppo e all’innovazione nel nostro paese. Ma soprattutto incoraggiare impegno e attenzione dei protagonisti della ricerca per la divulgazione scientifica. Sono questi gli obiettivi del Premio GiovedìScienza dedicato ai ricercatori under 35 di tutti gli Enti di ricerca italiani: un riconoscimento sia dei meriti scientifici, sia delle capacità comunicative, arrivato alla settima edizione.

Per il vincitore e i finalisti l’opportunità unica di salire su un palcoscenico e raccontare la storia e i risultati della propria ricerca, in un periodo in cui la capacità di comunicare e coinvolgere il pubblico è indispensabile per ottenere finanziamenti, ma anche per costruire quel ponte tra scienza e società richiesto dalla «terza missione» delle università. Le candidature devono pervenire esclusivamente online, nella sezione dedicata del sito di GiovedìScienza entro il 28 febbraio 2018.

La competizione
Il merito scientifico è la base di valutazione per selezionare tra i candidati la rosa di dieci finalisti che accede alla fase conclusiva del Premio: la competizione. Protagonisti di un vero e proprio match, una sfida a colpi di immagini e parole, i finalisti hanno a disposizione 6 minuti e 40 secondi per raccontare il loro progetto di ricerca e conquistare due giurie: quella tecnica, composta da esperti del panorama scientifico-divulgativo, e quella popolare, composta da studenti delle scuole superiori, protagonisti di un percorso di Alternanza Scuola-Lavoro dedicato alla comunicazione scientifica che li prepara al compito di giurati. Il vincitore riceve un premio di 5mila euro e viene inserito nella programmazione della prossima edizione di GiovedìScienza, con una conferenza dedicata.

I Premi
La settima edizione conferma il coinvolgimento del mondo imprenditoriale: il quarto protagonista della rete creata dal Premio tra mondo della ricerca, della comunicazione scientifica e della scuola. Riceve un premio di 3mila euro e un percorso di tutoraggio il vincitore della sezione Futuro, giunto alla terza edizione e dedicato ai ricercatori che presentino - oltre al progetto scientifico - uno studio di fattibilità. Novità di questa edizione è il Premio Industria 4.0 rivolto ai candidati che sviluppino - oltre al progetto scientifico - una proposta progettuale che si inserisca in questo ambito. In palio per il vincitore 3mila euro.

Il Premio Speciale Elena Benaduce
Il Premio Speciale Elena Benaduce - assegnato dalla giuria popolare composta da studenti delle scuole superiori -  è riservato a lavori di ricerca che si distinguano per le ricadute sul benessere delle persone e sulla qualità della vita. In palio per il vincitore 3mila euro.