27 febbraio 2020
Aggiornato 22:30
exit

Da Torino all'exit. Così Biotechware conquista la Russia

Biotechware ha inventato l’innovativo elettrocardiografo portatile CardioPad Pro ed è stata acquisita per circa 2 milioni di euro da MEDME Group BV, investitori con affari anche in Russia

TORINO - L’innovazione e la tecnologia italiana ancora una volta convince i Paesi esteri, questa volta, in particolare, la Russia. Biotechware, la startup italiana che ha inventato l’innovativo elettrocardiografo portatile CardioPad Pro, è stata acquisita per circa 2 milioni di euro da MEDME Group BV, investitore strategico del settore biomedicale con importanti attività in Russia, Italia e Regno Unito che ottiene così il controllo operativo della startup.

Biotechware acquisita per 2 milioni
Nata da un’idea di due giovani ingegneri informatici, Alessandro Sappia ed Enrico Manzini, Biotechware è stata ospitata dal 2011 presso l’Incubatore di Imprese Innovative del Politecnico di Torino (I3P). Vincitrice nel 2013 del Premio Lamarck dei giovani di Confindustria Piemonte e nel 2014 del Premio Unioncamere Innovatori d’Impresa nella categoria «Ecosistema di Innovazione», la startup ha inventato CardioPad Pro, un prodotto innovativo che rappresenta il futuro della telemedicina. Si tratta di un elettrocardiografo portatile unico nel suo genere: permette la registrazione professionale di elettrocardiogrammi (ECG) avvalendosi di una piattaforma cloud per la memorizzazione, elaborazione e trasmissione dei dati. Con una media di soli 3 minuti per i teleconsulti e 6 minuti per le telerefertazioni, CardioPad Pro raccoglie i dati e li invia ad una equipe di cardiologi selezionati e qualificati che rende il referto immediatamente disponibile e consultabile online tramite il portale dedicato.

Tensiopod
In collaborazione con PAR Medizintechnik, Biotechware ha inoltre lanciato sul mercato italiano il misuratore di pressione TENSIOPOD, con l’integrazione alla piattaforma cloud per la telerefertazione che permette di far visionare le misure registrate dallo strumento da un cardiologo a distanza, consentendo di redigere un referto medico per il paziente iperteso.