eventi

La FIGC cerca innovatori per il Primo Hackathon del Calcio Italiano

Si tratta del primo hackathon sul calcio in Italia, il secondo a livello internazionale ed il primo hackathon mai realizzato da una Federazione Calcistica a livello globale

La FIGC cerca innovatori per il Primo Hackathon del Calcio Italiano
La FIGC cerca innovatori per il Primo Hackathon del Calcio Italiano (Shutterstock.com)

MILANO – Si svolgerà a Trento il 14 e 15 ottobre 2017 il «Primo Hackathon del Calcio Italiano – Maratona di Innovazione della FIGC». Si tratta del primo hackathon sul calcio in Italia, il secondo a livello internazionale (dopo quello del Manchester City) ed il primo hackathon mai realizzato da una Federazione Calcistica a livello globale.

Il primo Hackathon dedicato al Calcio
L´Hackathon FIGC ha ricevuto l’Alto Patrocinio di Commissione Europea (TiborNavracsics, Commissario Europeo per Educazione, Cultura, Gioventú e Sport), Parlamento Europeo (Presidente Antonio Tajani), Presidenza del Consiglio/Ufficio Sport (Ministro per lo Sport Luca Lotti) e CONI (Presidente Giovanni Malagó). Attorno all´Hackathon verranno organizzati una serie di eventi pubblici, conferenze e seminari per innovatori con importanti partecipazioni da parte di gruppi industriali e di startup. A Trento saranno presenti, tra gli altri, rappresentanti di FIFA, UEFA, Google, Microsoft, SAP, TIM.

Chi può partecipare
Può candidarsi qualsiasi persona, italiana o straniera, appassionata di numeri e/o computer e/o calcio. Da esperti sviluppatori di software e designers, studenti, tifosi di calcio. Solitamente i partecipanti ad un hackathon si dividono in sviluppatori, designers/grafici ed economisti/statistici. Ma questo hackathon è diverso: è aperto a chiunque abbia un’idea legata al mondo del calcio. Si cercano nuove idee per la FIGC: la scadenza delle candidature è prevista per mercoledì 27 settembre. Per maggiori info visitare il sito.