22 agosto 2019
Aggiornato 16:01
internet

Cresce la banda larga in Italia: 16 milioni di unità connesse

Aumenta anche il tempo passato sulla rete e l’utilizzo dei social: nel mese di marzo 2017, oltre 30 milioni di individui si sono collegati giornalmente alla rete

Cresce la banda larga in Italia: 16 milioni di unità connesse
Cresce la banda larga in Italia: 16 milioni di unità connesse Shutterstock

ROMA - Cresce la copertura della banda larga in Italia. Secondo il report dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, che ha diffuso i dati riguardanti il primo trimestre 2017, le linee di rete fissa con velocità pari o superiore ai 10 Mbit/shanno sfiorato nel primo trimestre 2017 le 16 milioni di unità, con una crescita su base annua pari a 770mila unità.

Cresce la banda larga
Se da una parte i dati mostrano in particolare una riduzione degli accessi in tecnologia xDSL (-600 mila), dall’altra la diminuzione è più che bilanciata dalla crescita (+1,37 milioni) degli accessi in altre tecnologie (qualitativamente superiori), le quali raggiungono i 3,9 milioni di accessi grazie soprattutto alla crescita delle linee FTTC - FTTH.  Il quadro competitivo vede Tim, pur perdendo 0,9 punti percentuali su base annua e 0,5 punti percentuali rispetto all’ultimo trimestre, rimanere ampiamente il primo operatore con il 45,4%, seguita da Fastweb e WindTre, con il 15%.

La morte degli sms
Aumenta anche il tempo passato sulla rete e l’utilizzo dei social: nel mese di marzo 2017, oltre 30 milioni di individui si sono collegati giornalmente alla rete. Mediamente la navigazione su Whatsapp e Facebook ha superato le 27 ore mensili per utente, mentre su Google ha raggiunto quasi le 7 ore mensili. L’utilizzo delle app di messaging come WhatsApp ha messo completamente al palo gli ormai obsoleti sms: con 5,4 miliardi nel primo trimestre dell’anno, si riducono del 17% su base annua e di oltre il 76% rispetto al 2013.