21 aprile 2021
Aggiornato 01:00
eventi

Open Innovation Summit il 30 giugno e 1° luglio

Il grande evento di networking coinvolgerà i principali protagonisti del digitale, istituzioni, aziende, investitori, incubatori, talenti e neoimprenditori per fare il punto della situazione, in termini evolutivi, di tutto l’ecosistema dell’innovazione italiana

MILANO - Francesco Maria Cuccia, Capo della Segreteria Tecnica di Carlo Calenda, Ministro dello Sviluppo Economico, Donato Montibello, Consigliere di Giuliano Poletti, Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Progetto Crescere in Digitale; Oscar Pasquali, Capo della Segreteria Tecnica di Valeria Fedeli, Ministro dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca; Domenico Arcuri, Amministratore Delegato di Invitalia, Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa del Ministero dell'Economia. Questi sono solo alcuni dei personaggi del panorama economico e imprenditoriale italiano che parteciperanno alla seconda edizione dell’Open Innovation Summit, organizzato da Digital Magics, in programma da venerdì 30 giugno a sabato 1° luglio al Parc Hotel Billia, Saint-Vincent Resort & Casinò di Saint-Vincent.

All’evento parteciperanno anche i vertici di Cisco Italia, Club degli Investitori, Endeavor Italy, EY, Fastweb, growITup, Hub21, IBAN, Innogest, Italia Startup, Leonardo, LVenture Group e Luiss Enlabs, Nana Bianca, Oracle, PoliHub Startup District & Incubator, Politecnico di Torino, QVC, Smau, Talent Garden, Tamburi Investment Partners, Università Telematica Pegaso e Universitas Mercatorum.

Il grande evento di networking coinvolgerà i principali protagonisti del digitale, istituzioni, aziende, investitori, incubatori, talenti e neoimprenditori per fare il punto della situazione, in termini evolutivi, di tutto l’ecosistema dell’innovazione italiana. Focus della due giorni sarà la collaborazione virtuosa fra le imprese tradizionali con le startup digitali, che genera valore e innova processi interni, prodotti e servizi aziendali. Si parlerà inoltre di politica, investimenti e innovazione nel settore pubblico; dell’esternalizzazione della Ricerca e Sviluppo nelle grandi imprese; della digital transformation e formazione nella crescita delle PMI italiane e del ruolo degli incubatori.