marketing

Cinque errori da evitare per il tuo Content Marketing

Le strategie di Content Marketing possono creare e incrementare il rapporto di fiducia tra venditore e consumatore. Non è tutto oro quello che luccica perchè è molto facile fare errori, da evitare

Sei errori da evitare per il tuo Content Marketing
Sei errori da evitare per il tuo Content Marketing (Shutterstock.com)

ROMA - Che tu stia vendendo dei capi d’abbigliamento firmati, pesche fresche da consegnare a domicilio nel giro di un’ora o tessuti fatti con gli scarti vegetali, ti sarà praticamente impossibile farlo senza contenuti efficaci. Il contenuto deve essere divertente, coinvolgente e utile. Un gioco da ragazzi? Non esattamente, perché in quello che si definisce Content Marketing, è molto facile ricadere nei luoghi comuni e massimi sistemi. Però in modi per non sprecare le proprie energie e disperderle per i meandri della rete, ci sono. Ed errori da evitare.

1. Non sapere a chi stai parlando
Il Content Marketing non è una strategia a se stante, ma inglobata in tutto il processo di acquisizione clienti. Non puoi pubblicare contenuti a caso, ma devi pianificarli e creare una vera e propria strategia. Come?
Pubblico: come si può scrivere un buon contenuto se non si sa neppure a chi si sta parlando? La risposta è che non si può, mettiti l’anima in pace, per quanto tu possa essere intuitivo e visionario. Per cominciare a fare da solo, analizza i dati che hai a disposizione per capire meglio chi sta dall’altra parte dello schermo.
Ciclo di vita dei contenuti: molti contenuti non generano conversioni dirette sul web, altri ne generano di più. Non è un male, nelle diverse fasi del processo di acquisto, i clienti hanno reazioni diverse: crea articoli progettati appositamente per ogni fase.

2. Non sapere perché
Quando sali in macchina sai bene la destinazione che devi raggiungere (di solito è così). Se fosse un giro a vuoto, molto probabilmente, finiresti per sprecare solo carburante. Lo stesso vale per il Content Marketing. Creare obiettivi per i contenuti permetterà di determinare quale contenuto avrà successo e quale, invece, è meglio che cestini. Dopo aver individuato bene gli obiettivi (esempio: voglio creare consapevolezza, voglio acquisire clienti, ecc.), dovrai cimentarti nel magico e adorato mondo delle metriche: i dati reali che saranno tracciati e analizzati per determinare se stai raggiungendo l’obiettivo. Le metriche di marketing dei contenuti possono includere il traffico sito web, la retargeting e/o la dimensione dell'elenco di posta elettronica, il tasso di click-through o il numero di clienti restituiti.

3. Parlare troppo di sé
Uno degli errori più comuni nel Content Marketing è parlare troppo di sé stessi e del proprio prodotto. Va bene vendersi, ma non bisogna esagerare perché questa strategia di marketing serve per creare fiducia col cliente e così facendo è molto più probabile che se la dia a gambe. Il motivo? Penseranno solo che gli vuoi rifilare il prodotto. Il che, sì, è vero. Ma c’è modo e modo. Anche se sembra un paradosso, ha molto più senso non parlare della tua azienda, soprattutto quando fai mera informazione per generare bisogno e consapevolezza. Altre volte potrebbe essere utile parlare di un concorrente e fare paragoni (nel rispetto dei limiti).

4. Non aggiungere valore
Creare contenuti che si sovrappongono è un errore davvero molto comune. Quindi, come creare contenuti preziosi?
Unico: Se vuoi che il tuo contenuto sia efficace, scrivi qualcosa che non ha ancora scritto nessuno, oppure fornisci una nuova prospettiva sull’argomento.
Consumabile: Nessuno vuole leggere due pagine ininterrotte di testo solido. Il contenuto consumato è breve e si divide in pezzi facilmente digeribili. L’erogazione di informazioni che non richiede un'interpretazione o un pensiero troppo elevato renderà la vostra azienda più autorevole e affidabile.
Attraente: gli utenti formano le loro opinioni di un sito web nel primo semestre della loro visita. Quasi tutti - il 95% - basano quel parere sul disegno visivo. Quindi, nell'occhio dell'utente, il contenuto "prezioso" significa contenuti graziosi.

5. Mancanza di varietà
Evitare i contenuti duplicati non significa usarli solo una volta, anzi. Infatti, si dovrebbe pianificare di riutilizzare i contenuti anche quattro o cinque volte. Come? Attraverso canali diversificati. Quando si pensa al Content Marketing, in generale si fa riferimento al blog del sito web. Il pubblico, però, è da un’altra parte: Facebook, Twitter, Pinterest, Quora, reddit, YouTube, ecc. Ogni canale rappresenta un'opportunità per riformattare un pezzo di contenuti. Hai un impressionante studio di casi pubblicato sul tuo blog? Allora trasformalo in un’infografica, un video, una presentazione, un’email.