31 marzo 2020
Aggiornato 10:00
dal mit

Come leggere un libro senza aprirlo, la tecnologia terahertz

Grazie a una tecnologia capace di catturare e interpretare i segnali chimici, è possibile leggere cosa c'è scritto in un libro senza neppure aprirlo. Il prototipo del MIT

Come leggere un libro senza aprirlo, la tecnologia terahertz
Come leggere un libro senza aprirlo, la tecnologia terahertz Shutterstock

ROMA - Quante volte avreste voluto sapere la trama completa di un libro senza neppure aprirlo? Conoscere i personaggi, fare luce su alcuni dialoghi determinanti, oppure conoscere il finale già alla prima pagina? A risolvere questa esigenza ci stanno pensando i ricercatori del Massachusetts Institute of Technology e del Georgia Institute of Technology. Gli esperti hanno, infatti, messo a punto un sistema di immagini capace di leggere i libri senza neppure aprirli.

La tecnologia terahertz
Alla base della nuova tecnologia c’è un algoritmo in grado di acquisire le immagini dai singoli fogli impilati l’uno sull’altro e interpretarle anche quando solo distorte o poco complete. Il prototipo del sistema di imaging è dotato di una fotocamera terahertz standard di emissione di esplosioni ultracorte di radiazione. La fotocamera dispone anche di sensori integrati in modo da essere in grado di rilevare i riflessi della radiazione. Queste bande di radiazioni elettromagnetiche, invisibili a occhio nudo e il cui spettro si colloca tra le microonde e la luce infrarossa, sono già state utilizzate nei controlli di sicurezza poiché capaci di individuare le sostanze chimiche contenute in tessuti o alimenti. Lo stesso meccanismo è stato applicato ai fogli, laddove le radiazioni sono capaci di distinguere l’inchiostro dalla carta bianca.

Leggere un libro senza aprirlo
La chiave sta nel fatto che tra le pagine di un libro si creano delle minuscole sacche d’aria. Il differente indice di rifrazione che si crea tra aria e carta indica il punto in cui le radiazioni rimbalzeranno indietro e verranno registrate da un sensore. A quel punto l’algoritmo filtra il rumore prodotto e seleziona i segnali terahertz provenienti dai riflessi delle diverse pagine, estraendo le informazioni dalle proprietà chimiche di carta e inchiostro, consentendo quindi il riconoscimento.

Le migliori app per leggere libri »

Potrebbe facilitare l’interpretazione dei testi antichi
Il prototipo è stato testato dai ricercatori su una pila di fogli, ciascuno dei quali riportava una lettera stampata sopra, ma si tratta al momento di un esperimento. L’algoritmo è capace, infatti, di calcolare le informazioni di 20 pagine impilate, ma è in grado di interpretare correttamente le lettere stampate solo fino alla nona pagina. La ricerca, tuttavia, non è passata inosservata ed ha già catturato l’attenzione del Metropolitan Museum di New York. La tecnica, infatti, sarebbe molto importante per l’interpretazione e lo studio dei testi antichi che potrebbero essere conosciuti senza neppure aprirli.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal