13 luglio 2020
Aggiornato 16:30
Giornata internazionale dei planetari

Astronomia più vicina al pubblico

Domenica prossima 15 marzo, la gran parte dei planetari sparsi nel mondo aprirà le porte. In Italia l'appuntamento si ripete dal 1991 la domenica precedente o successiva all'equinozio di primavera e vede l'organizzazione da parte dei planetari sparsi per la penisola di eventi e attività gratuite.

ROMA - Astronomia più vicina al pubblico grazie alla Giornata internazionale dei planetari che si celebra domenica prossima 15 marzo. Per l'occasione la gran parte dei planetari sparsi nel mondo aprirà le porte. In Italia l'appuntamento si ripete dal 1991 la domenica precedente o successiva all'equinozio di primavera e vede l'organizzazione da parte dei planetari sparsi per la penisola di eventi e attività gratuite.
Nel piccolo universo ricreato dai planetari, - segnala Media Inaf, il notiziario online dell'Istituto nazionale di Astrofisica - i visitatori hanno la possibilità di divertirsi ma anche di apprendere, osservando e sperimentando direttamente i fenomeni astronomici. Il planetario è un ottimo strumento di divulgazione astronomica, essendo in grado di simulare la volta celeste, riproducendo il moto apparente degli astri visti dalla Terra alle varie latitudini.

I PLANETARI DIGITALI - Accanto al classico planetario analogico della Zeiss, leader fin dal lontano 1923 nella realizzazione di sistemi ottici e meccanici in grado di riprodurre il cielo in due dimensioni, nell'ultimo decennio si sono diffusi i planetari digitali. Si tratta di computer che attraverso appropriati software generano immagini realistiche del cielo stellato per proiezioni su cupole, creando effetti in 3D. Con queste proiezioni è possibile simulare il cielo e i principali fenomeni astronomici, con la guida di esperti divulgatori. I planetari digitali sono un vero e proprio laboratorio astronomico, dove è possibile sperimentare le emozioni che la volta celeste è capace di suscitare.
Utilizzando la tecnologia digitale è possibile non solo osservare il cielo alla scoperta delle sue bellezze, ma anche effettuare un'esplorazione spaziale, sorvolando da vicino pianeti, nebulose, galassie e buchi neri.

UN CIELO PER TUTTI - Tra le numerose iniziative che si svolgeranno in Italia, Media Inaf segnala quella organizzata a Bologna - intitolata «Un cielo per tutti» - insieme all'Inaf-Osservatorio Astronomico di Bologna. Un intero week-end di astronomia nel Parco della Montagnola, con spettacoli e laboratori con il supporto dello Zecchino d'oro, spiega Fabio Stefanelli, presidente della Sofos, associazione che da ormai dieci anni si occupa di divulgazione delle scienze sull'intero territorio nazionale e specializzata nella gestione e produzione di spettacoli per planetari digitali. Una panoramica degli eventi organizzati in Italia è disponibile sul sito www.planetari.org/it/.