27 novembre 2021
Aggiornato 21:00
Scoperta scientifica in Australia

Anche i pesci sono intelligenti

Sanno usare gli strumenti: aprono le conchiglie sbattendole contro un'incudine

ROMA - Anche i pesci sono in grado di usare degli strumenti per raggiungere delle prede che, altrimenti, andrebbero perse: è quanto spiegano in uno studio pubblicato su Coral Reefs i ricercatori della Macquarie University e della Central Queensland University, in Australia. La ricerca ha messo in evidenza che la capacità di usare degli strumenti, fino a oggi considerata caratteristica dei primati, è in realtà anche tipica dei pesci purché gli strumenti siano molto semplici da utilizzare.

Usare uno strumento, per i pesci, è doppiamente difficile, spiegano i ricercatori, perché non sono provvisti di arti e perché la presenza dell'acqua attutisce la forza impressa ai movimenti. Gli studiosi hanno osservato che l'esemplare di pesce da loro monitorato si è dimostrato in grado di afferrare in bocca una conchiglia, di puntarla su un'incudine (messa a disposizione dai ricercatori) e di sbatterla più volte sull'incudine stessa, riuscendo a romperla e ad accedere all'interno, conquistando la preda. «È evidente che il pesce che abbiamo osservato rompe conchiglie in maniera regolare - spiega Culum Brown della Macquarie University - a giudicare dal numero di gusci rotti sparsi vicino all'incudine».