Relazioni Usa-Francia

Trump a Parigi, lo strano 14 luglio del presidente Usa tra Macron, Daft Punk e sfilate

Un 14 luglio inedito a Parigi, con il presidente americano Donald Trump in tribuna a fianco di Emmanuel Macron per vedere la sfilata sugli Champs Elysées, culmine della lunga visita di Trump nella capitale francese

PARIGI - Un 14 luglio inedito a Parigi, con il presidente americano Donald Trump in tribuna a fianco di Emmanuel Macron per vedere la sfilata sugli Champs Elysées, culmine della lunga visita di Trump nella capitale francese. Sfilano le armi, i carri e i soldati e la gente apprezza. "Abbiamo fortuna che a Parigi ci sia un bel sole. Anche questo aiuta la sfilata" spiega Christine. "Il presidente dice che è importante sostenere l'amicizia franco-americana. E' un bel simbolo che Trump sia qui" dice un altro francese. E in effetti il pragmatico Emmanuel Macron è in prima linea nello sforzo di consolidare buoni rapporti con il controverso presidente degli Stati Uniti. Nel discorso rivolto alla nazione ha dichiarato "Abbiamo trovato alleati sicuri, amici che sono venuti in nostro aiuto. Fra questi ci sono gli Stati Uniti. E' per questo che niente mai ci separerà». Intanto la banda militare, spezzando il protocollo della sfilata, si è lanciata in una rivisitazione di "Get lucky" del gruppo francese Daft Punk. E in effetti il pragmatico Emmanuel Macron è in prima linea nello sforzo di consolidare buoni rapporti con il controverso presidente degli Stati Uniti. Nel discorso rivolto alla nazione ha dichiarato "Abbiamo trovato alleati sicuri, amici che sono venuti in nostro aiuto. Fra questi ci sono gli Stati Uniti. E' per questo che niente mai ci separerà». Intanto la banda militare, spezzando il protocollo della sfilata, si è lanciata in una rivisitazione di "Get lucky" del gruppo francese Daft Punk.