7 dicembre 2022
Aggiornato 13:00
Rivolta in Siria

Unicef: ancora 4mila bambini intrappolati ad Aleppo

Tremila sono stati evacuati. Ma ancora migliaia di minori sono bloccati nella parte est della città siriana. Hanno bisogno di aiuto immediato o rischiano la morte. A lanciare l'allarme è il portavoce dell'agenzia Onu in Italia, Andrea Iacomini

ROMA - Tremila sono stati evacuati. Ma ci sono ancora 4.000 bambini intrappolati ad Aleppo Est, tra cui molti orfani. Hanno bisogno di aiuto immediato o rischiano la morte.

A lanciare l'allarme è il portavoce dell'Unicef in Italia, Andrea Iacomini, secondo cui la situazione, in quello che è rimasto della città, è drammatica: mancano medicine, acqua, riscaldamento, case e ospedali sono ridotti in macerie e molti dei bambini evacuati non sarebbero vaccinati. Prima dell'assedio di Aleppo la copertura vaccinale era appena del 30%. L'Unicef ha indetto per il 22 dicembre l'#AleppoDay, giornata dedicata a informare, raccontare e sensibilizzare l'opinione pubblica sulla condizione dei bambini di Aleppo e di tutta la Siria colpiti dalla guerra. Intanto ad Aleppo continua l'evacuazione di ribelli e civili. Nella notte decine di autobus sono partiti sotto una fitta nevicata e secondo la Croce Rossa le operazioni dovrebbero essere quasi concluse. Sono circa 30mila le persone che hanno lasciato la città dall'inizio delle operazioni, il 15 dicembre scorso.