26 maggio 2020
Aggiornato 09:30
Esplosione davanti l'università

Turchia, autobomba contro militari: 13 morti e 48 feriti

L'esplosione è avvenuta nella città di Kayseri, nel centro della Turchia. Almeno13 soldati sono rimasti uccisi nell'attentato e altre 48 persone sono rimaste ferite

https://adv.diariodelweb.it/video/askanews/2016/12/20161217_video_11460560.mp4

ISTANBUL - Almeno 13 soldati sono stati uccisi in un attentato a Kayseri, nel centro della Turchia. Altre 48 persone sono rimaste ferite. Secondo quanto riferito dall'esercito turco erano tutti soldati semplici o sottufficiali che avevano ottenuto la licenza di una giornata e il permesso di lasciare il comando centrale.

Un attentato alla settimana
L'autobus su cui viaggiavano stava passando attorno alle 8:45 davanti al campus universitario di Erciyes quando è esplosa l'autobomba che li ha uccisi. Non si escludono comunque vittime fra i civli. Kayseri, città con oltre un milione di abitanti, è un centro industriale che finora era stato risparmiato dagli attentati. Una settimana fa un attacco nel centro di Istanbul, rivendicato da militanti curdi, ha causato la morte di 44 persone.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal