20 aprile 2019
Aggiornato 10:00
Relazioni internazionali

Il primo leader incontrato da Trump è Shinzo Abe

"Sono convinto che sia un leader in cui possiamo avere molta fiducia", ha detto il primo ministro giapponese dopo il faccia a faccia con il presidente eletto americano

NEW YORK - "Sono convinto che Trump sia un leader in cui possiamo avere molta fiducia». L'endorsement al presidente eletto degli Stati Uniti, Donald Trump, arriva dal primo ministro giapponese, Shinzo Abe dopo l'incontro - il primo per Trump con un leader internazionale - avvenuto all'interno della Trump Tower a New York.

Atmosfera calorosa
I due si sono visti per circa un'ora e mezza, parlando dei principali temi legati alla collaborazione dei due Stati. Abe alla fine dell'incontro ha detto di avere "molta fiducia" in Donald Trump parlando di "una atmosfera calorosa». "Abbiamo discusso di vari argomenti - ha spiegato Abe, senza scendere in dettagli - ci rivedremo ancora per riprendere tutte le questioni, con maggior accuratezza». Per Abe, ovviamente, la preoccupazione più grande è quella di perdere la protezione americana in Asia, dando così più spazio al pericolo Corea del Nord e magari all'avanzata economica della Cina.

Le dichiarazioni di Trump candidato
Nei mesi passati, Trump ha ripetuto più volte di essere intenzionato a ritirare le truppe americane dal Giappone e dalla Corea del Sud, ancora una volta per mostrare ai cittadini americani la sua intenzione di chiudere le frontiere e usare tutte le risorse dello Stato all'interno. Il miliardario, inoltre, ha sostenuto che il Giappone - paese formalmente pacifista - dovrebbe avere una bomba atomica come deterrente nella regione. Ma per il Giappone il problema non è solo militare: il Paese ha, infatti, un interesse importante nell'area di libero scambio stabilito dalla Trans Pacific Partnership che Donald Trump ha promesso di far naufragare. Abbattere le tariffe doganali farebbe aumentare le esportazioni giapponesi verso gli Stati Uniti, dando sollievo all'economia stagnante a causa del costante invecchiamento della popolazione.

Abe: "Potremo stabilire una rapporto di collaborazione"
"Senza fiducia tra le nostre nazioni - ha concluso in ogni caso il premier nipponico - la nostra alleanza non potrebbe funzionare. Ho rinnovato la mia convinzione che con Trump potremo stabilire una rapporto di collaborazione». Nel frattempo Trump e il suo staff continuano a lavorare alla squadra di governo. Il presidente eletto avrebbe offerto la posizione di consigliere per la sicurezza nazionale al generale Michael T. Flynn, ex membro della comunità dell'intelligence americana. Flynn ha da sempre sostenuto che l'islamismo militante ponga un pericolo su scala globale.