20 febbraio 2019
Aggiornato 07:30
Relazioni internazionali

Mogherini: «Vogliamo stabilire relazione solida con Trump»

Una cena informale a Bruxelles tra i ministri degli Esteri Ue per discutere degli scenari aperti dalla vittoria a sorpresa di Donald Trump alle elezioni americane. A convocarla è stata il capo della diplomazia europea

BRUXELLES - Una cena informale a Bruxelles tra i ministri degli Esteri Ue per discutere degli scenari aperti dalla vittoria a sorpresa di Donald Trump alle elezioni americane. A convocarla è stata il capo della diplomazia europea Federica Mogherini: "Vogliamo stabilire una relazione molto solida con la nuova amministrazione - ha sottolineato Mogherini - continueremo a lavorare con l'Amministrazione esistente, ma abbiamo anche deciso che cominceremo a lavorare con il 'transition team' a Washington già a partire da queste settimane".

Gli inglesi si sfilano
Non c'è tempo da perdere, insomma, le sfide globali restano tante. "Al momento non possiamo restare in attesa con le braccia incrociate - ha aggiunto l'altro rappresentante Ue - il mondo continua a girare, l'Europa va avanti, anche le crisi, ma al tempo stesso pure le opportunità da cogliere e quindi dobbiamo continuare a lavorare. E non starà a noi ma alla futura amministrazione americana di definire le proprie posizioni». Alla cena informale non ha partecipato il ministro degli Esteri britannico Boris Johnson che tuttavia ha espresso la sua posizione l'indomani da Bruxelles alla vigilia del Consiglio degli Affari Esteri e della Difesa europea: "Donald Trump, come ha già detto, è una persona pragmatica. Può essere una cosa buona per la Gran Bretagna e anche per l'Europa. Sicuramente oggi dobbiamo concentrarci su questo", ha concluso Johnson.