21 settembre 2019
Aggiornato 11:00
Le truppe consolidano la posizione prima di continuare l'avanzata

Mosul, continuano intensi combattimenti tra esercito e jihadisti

Continua l'offensiva anti-jihadisti nella zona est di Mosul, in Iraq, mentre le truppe antiterrorismo irachene cercano di consolidare le posizioni conquistate, prima di avanzare ulteriormente all'interno della città

MOSUL - Continua l'offensiva anti-jihadisti nella zona est di Mosul, in Iraq, mentre le truppe antiterrorismo irachene cercano di consolidare le posizioni conquistate, prima di avanzare ulteriormente all'interno della città.

L'operazione
I militari hanno lanciato una massiccia operazione per riconquistare la seconda città del Paese, sotto il controllo dello Stato Islamico e le forze speciali hanno respinto i miliziani da alcuni quartieri della città. Ma durante la ritirata, denuncia l'Onu, l'Isis si sta lasciando dietro, centinaia di cadaveri scempiati, orrori e crimini di una ferocia senza precedenti. C'è paura anche per le sostanze tossiche accumulate dai terroristi nella città che potrebbero diventare un'arma chimica di portata devastante.

Mesi di combattimenti all'orizzonte
E non è tutto. Secondo i militari iracheni, all'orizzonte ci sono settimane - se non mesi - di combattimenti nella battaglia per riconquistare Mosul. «I combattimenti sono intensi. Stiamo cercando di fortificare le nostre posizioni ad Arbajiyah prima di continuare il nostro attacco ad al Bakr», ha detto il tenente colonnello Muntadhar Salem, alludendo alle due zone della città.

(Immagini Afp)