21 novembre 2019
Aggiornato 00:00
Crisi coreana

La Corea del Nord annuncia la rottura dei negoziati con gli USA

Lo ha dichiarato il capo della delegazione nordcoreana a Stoccolma, Kim Myong-gil, dopo l'incontro con Stephen Biegun, l'inviato del presidente Donald Trump

Video Euronews

STOCCOLMA - Il capo-negoziatore nordcoreano Kim Myong-gil ha annunciato la rottura del tavolo negoziale con gli Usa sulla questione del nucleare. Il capo della delegazione di Pyongyang, riferisce l'agenzia Yonhap, ha puntato il dito contro gli Usa, all'indomani della ripresa dei negoziati a Stoccolma, che sembrano già falliti. Nordcorea e Stati Uniti avevano avviato ieri un nuovo round di negoziati in Svezia, il primo tavolo formale dopo la rottura a febbraio, in Vietnam, durante il secondo vertice tra il presidente Donald Trump e il leader nordcoreano Kim Jong-un. Due giorni fa la conferma che Pyongyang ha testato un nuovo missile balistico lanciato da un sottomarino.

«Nuovi negoziati falliti perchè Usa non offrono nulla»

I nuovi colloqui tra Corea del Nord e Stati Uniti sul nucleare nordcoreano sono subito falliti oggi per colpa degli Usa, che «non hanno portato nulla sul tavolo negoziale": lo ha dichiarato il capo della delegazione nordcoreana a Stoccolma, Kim Myong-gil, dopo l'incontro con Stephen Biegun, l'inviato del presidente Donald Trump. Lo riporta l'agenzia France Presse. «Gli Usa hanno fatto salire le aspettative e lanciato idee come approccio flessibile, nuovi metodi e soluzioni creative, ma ci hanno enormemente delusi, e hanno smorzato il nostro entusiasmo portando nulla sul tavolo negoziale», ha detto il rappresentante di Pyongyang, annunciando la nuova rottura con gli Usa sulla questione del nucleare all'indomani della ripresa dei negoziati a Stoccolma.