17 giugno 2019
Aggiornato 08:30
Russia

Putin da Kurz, tra Mosca e Vienna grande feeling sul gas: cosa c'è in ballo

Vladimir Putin torna in visita in un Paese dell’Unione Europea e lo fa dopo il successo del Forum economico di San Pietroburgo

MOSCA - Vladimir Putin torna in visita in un Paese dell’Unione Europea e lo fa dopo il successo del Forum economico di San Pietroburgo, dove la presenza occidentale ad alto livello non è mancata. Il programma prevede colloqui tra Vladimir Putin e il cancelliere federale Sebastian Kurz, così come una conversazione con il presidente federale Alexander Van der Bellen, anticipa l’ufficio stampa del Cremlino. «È prevista la firma di un certo numero di documenti bilaterali», si aggiunge. La visita è programmata per il cinquantesimo anniversario dell’inizio delle esportazioni di gas naturale dall’Unione Sovietica in Austria: il primo contratto a lungo termine è stato stipulato il primo giugno 1968, le consegne effettive iniziarono il 10 settembre 1968. A questo tema è dedicato il Business Forum, che vedrà in visita Putin e Kurz. Il Presidente della Russia, insieme con il presidente e il cancelliere austriaco, visiterà anche una mostra di dipinti della collezione dell’Ermitage, organizzata da Gazprom. Putin ha in programma anche una cerimonia di posa di una corona al monumento in onore dei soldati sovietici caduti durante la liberazione di Vienna sulla Schwarzenbergplatz.

I legami commerciali
Le relazioni russo-austriache vengono definite «reciprocamente vantaggiose e costruttive. Sono mantenuti forti contatti politici». Putin e Kurz si sono incontrati il 28 febbraio durante la visita di lavoro del cancelliere federale a Mosca. Il 20 aprile Mosca ha ospitato un incontro tra il Ministro degli Affari Esteri della Federazione Russa Sergey Lavrov e il suo collega austriaco. I legami commerciali ed economici con Vienna si stanno rafforzando. Nel 2017 gli scambi commerciali sono aumentati rispetto al 2016 del 40,5% e sono pari a 4,1 miliardi di dollari. Nel primo trimestre 2018 sono raddoppiati: +99% (fino a 1,51 miliardi di dollari). Il volume totale degli investimenti russi accumulati nell’economia austriaca nei primi tre trimestri del 2017 è stato pari a 23,8 miliardi di dollari. La Russia occupa, secondo Mosca, il secondo posto tra i maggiori investitori in Austria, mentre Vienna in Russia ha 4,7 miliardi di dollari di investimenti (14 ° posto).

Record di esportazione di gas
La cooperazione si sta sviluppando attivamente nel settore dell’energia. In oltre mezzo secolo furono esportati in Austria più di 200 miliardi di metri cubi di gas. «Per tutto questo tempo il nostro Paese ha osservato rigorosamente gli obblighi contrattuali» fa notare il Cremlino. «In particolare, il meccanismo di risoluzione delle controversie previsto nel contratto non è mai reso necessario».