Terrorismo

Londra, esplosione nella metro, almeno 29 feriti. Le autorità: «E' terrorismo»

 Un’esplosione si è verificata nella metropolitana di Londra, questa mattina, sulla District Line, alla fermata di Parsons Green, nella zona residenziale di Fulham

LONDRA - Un’esplosione si è verificata nella metropolitana di Londra, questa mattina, sulla District Line, alla fermata di Parsons Green, nella zona residenziale di Fulham. Alcuni testimoni riferiscono di persone con bruciature sul volto ed escoriazioni. La stazione è stata evacuata. Secondo le prime informazioni, nei vagoni posteriori del treno sarebbe esploso un ordigno rudimentale, contenuto in un secchio di plastica bianca, riempiendo di fumo il vagone. Sospese le corse tra Earls Court e Wimbledon.

Ordigno
Secondo il Sun, sarebbe esploso un «contenitore bianco», ma su questo dettaglio mancano ancora conferme ufficiali. Secondo quanto riporta la Bbc, su Twitter sta cominciando a circolare la foto di un utente in cui si vede una sorta di secchio andato a fuoco. Probabilmente il contenitore bianco che sarebbe esploso, stando alla ricostruzione del Sun. L'ordingo sarebbe esploso solo parzialmente, riuscendo comunque a provocare «una palla di fuoco» e panico a bordo di un treno della metropolitana nella stazione di Parsons Green a Londra, un incidente che la polizia britannica considera un atto di terrorismo e che ha provocato più di venti feriti. Lo indicano fonti della Metropolitan Police, riprese dal Guardian. L'analisi iniziale dell'ordigno da parte degli esperti di esplosivi li ha portati a concludere che fosse "funzionante", vale a dire che nelle intenzioni di chi lo ha piazzato doveva esplodere "completamente".

Comunicato del London Ambulance Service
Il London Ambulance Service ha diffuso un comunicato su quanto accaduto: «Siamo stati chiamati alle 08:20 per le segnalazioni di un incidente alla stazione metropolitana di Parsons Green. Abbiamo inviato più risorse sulla scena, inclusi i responsabili delle singole auto, gli equipaggi delle ambulanza, i responsabili a fornire immediata risposta in caso di incidenti e la nostra squadra che si occupa di rischi per aree pericolose, con i primi medici che arrivano in meno di cinque minuti. La nostra priorità è valutare il livello e la natura delle lesioni».

Terrorismo
I funzionari del Commando anti-terrorismo Met stanno indagnando su quanto sia accaduto questa mattina. Il vice assistente commissario Neil Basu ha dichiarato che si è trattato di un attacco terroristico. È troppo presto per confermare la causa dell'incendio, che sarà oggetto dell'inchiesta che è ora in corso. 

Il bilancio
Il bilancio, per ora, è di almeno 29 persone ustionate e ferite, che sono state ricoverate in ospedale. I testimoni riferiscono di aver visto passeggeri ustionati al volto e sanguinanti nella stazione di Parsons Green della District Line e di aver udito un'esplosione e visto fiamme nel treno. I servizi di ambulanza hanno parlato di 18 persone in ospedale, nessuna in pericolo di vita, e la premier Theresa May presiederà oggi una riunione d'emergenza del governo. Il treno, fermo alla stazione di Parsons Green, è presidiato dalla polizia antiterrorismo che ha portato sul posto i cani anti-esplosivo. La stazione si trova a Fulham, quartiere verde del Sud-ovest della capitale, privilegiato da pendolari abbienti. «Incidente terroristico dichiarato alla stazione dell'Underground di Parsons Green» si legge in una nota della polizia.

Le testimonianze
L'utente di Twitter @Rrigs, che ha postato foto di un secchio in fiamme sul treno, ha twittato «esplosione sul treno della District Line di Parsons Green. Palla di fuoco nel vagone, siamo saltati fuori dalle porte aperte». Dal secchio bianco, che pare un bidone di vernice o un bidone per i calcinacci usato nei cantieri ed è sistemato all'interno di una busta dei supermercati Lidl, sembrano uscire cavi e contatti elettrici. La stazione è chiusa, così come l'intero ramo della linea che attraversa Londra dal Sud-ovest a est, mentre la polizia invita la cittadinanza a non recarsi nella zona.  Una giornalista di Metro.co.uk che si trovava sul treno ha detto che un contenitore bianco è esploso sul convoglio e i passeggeri hanno subito ustioni al volto. Sono stati «ustionati davvero gravemente» e i loro «capelli sono caduti». Richard Aylmer-Hall, 52 anni ha parlato di «panico »sul treno. «C'era panico, gente che urlava, tantissime urla» ha detto alla Press Association. «Una donna sulla banchina ha detto di aver visto un lampo bianco e sentito uno scoppio, quindi qualcosa è esploso». «Ho visto due donne medicate dai paramedici delle ambulanze». La corrispondente della Bbc Riz Lateef, che si trovava nella stazione della metropolitana, ha descritto il "panico" e la fuga delle persone nella quale molti sono rimasti contusi. Un altro testimone Sham, ha detto a una stazione radio di aver visto un uomo con sangue su tutto il volto. «C'erano molte persone che zoppicavano ed erano coperte di sangue». Al servizio ambulanze ha detto che ora la priorità è la valutazione e la cura immediata dei feriti e che su posto ci sono «varie risorse».

Comitato Cobra convocato per il quinto attacco da marzo
Il primo ministro Theresa May, dopo aver espresso vicinanza ai feriti e lodato la prontezza dei soccorritori, ha convocato il Comitato Cobra per le emergenze Prime Minister per questo pomeriggio per discutere dell'attacco a Parsons Green.  Quello di stamani sarebbe il quinto attacco terroristico sul suolo britannico da marzo, quando un uomo su un'auto ha falciato i passanti fuori dal parlamento britannico. Il ministro degli Esteri Boris Johnson, ex sindaco di Londra, ha lanciato un appello alla calma, mentre l'attuale primo cittadino Sadiq Khan ha sottolineato che il «terrore non prevarrà» in città. Secondo i tabloid The Sun e Daily Mail la polizia avrebbe disinnescato un secondo ordigno sul treno. Non vi è però alcuna conferma dell'indiscrezione.

Caccia all'uomo
l sindaco di Londra, Sadiq Khan, ha annunciato che è in corso una «caccia all'uomo». Non è stato precisato se si tratti di un unico attentatore in fuga o se siano di più. Al momento la polizia inglese non ha annunciato alcun arresto, ma avrebbe un video in cui si vede passare il possibile terrorista. 

Il commento di Trump
«Un altro attacco a Londra di un terrorista perdente. Queste sono persone malate e matte, che erano nel mirino di Scotland Yard. Bisogna fare prevenzione! I terroristi perdenti devono essere trattati in modo molto più duro. Internet è il loro maggior strumento di reclutamento, dobbiamo bloccarlo e usarlo meglio!». Con questi due tweet, il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha espresso il proprio pensiero sull'attentato nella metropolitana di Londra. Poi, in un terzo tweet, entrando in questioni interne, ha scritto: «Il divieto di viaggio negli Stati Uniti [su cui è in corso una lunga battaglia in tribunale, ndr] dovrebbe essere molto più ampio, molto più duro e più specifico, ma stupidamente non sarebbe politicamente corretto!».