19 settembre 2018
Aggiornato 05:00

L'aberrazione del gender free: dalla BBC alla metro di Londra i primi esperimenti per creare bambini senza sesso

La crociata degli atomisti, cioè di coloro che sognano le prossime generazioni formate da individui apolidi, consumatori e produttori perfetti, privi di ogni legame sia esso familiare, di nazione, di religione, ha iniziato in Inghilterra una delle sue battaglie più ambiziose

LONDRA - La crociata degli atomisti, cioè di coloro che sognano le prossime generazioni formate da individui apolidi, consumatori e produttori perfetti, privi di ogni legame sia esso familiare, di nazione, di religione, ha iniziato in Inghilterra una delle sue battaglie più ambiziose: la distruzione delle divisioni per sesso. Qualche primo, timido, abbozzo lo avevamo già visto anche da noi ma senza la metodicità del programma della BBC inglese intitolato «No more boys and girls – can our kids go gender free?» (QUI IL VIDEO). Il documentario segue il lavoro del dott. Javid Abdelmoneim, che in una scuola elementare nell'isola di Wight sta sperimentando su bambini di 7 anni la seguente tesi: il cervello umano è assolutamente identico negli uomini e nelle donne, si tratta di un organo elastico modellato dalle esperienze di cui l'infanzia è la chiave, sono le storie che raccontiamo, i modi con cui ci poniamo, che creano la futura disuguaglianza tra uomini e donne. Ecco allora scomparire nastri blu e rosa, bandire le storie tradizionali per far posto a nuove in cui ci sono donne che salvano principi azzurri in difficoltà, in cui si uniformano il taglio dei vestiti, sperimentando un'educazione gender neutral. Il dott. Javid è in buona compagnia: anche nella metropolitana inglese è stato sostituito il famoso saluto «Good morning ladies and gentlemen» con uno più smart e politically correct «Hello everyone» per non offendere le persone che non si riconoscono nelle tradizionali divisioni sessuali di uomo e donna. Nella nostra rozzezza e primitività ci limitiamo a commentare che se anche se fosse così miseramente vero che il cervello è un organo plasmabile a piacimento come un cubetto di pongo, che se fossimo stati educati in modo corretto non vedremmo le differenze tra uomo e donna e che il dott. Javid quando eravamo piccoli se avesse avuto modo e vaghezza avrebbe anche potuto convincerci di essere delle galline da cova, siamo almeno sicuri che le esperienze del parto e dell'allattamento per una donna saranno sempre talmente forti da riplasmare i cervelli secondo un ordine naturale o divino. Ci dispiace molto per il dott. Javid...