Cronaca

Germania, iracheno apre il fuoco in discoteca, 2 morti. Non è terrorismo

Un uomo ha aperto il fuoco in una discoteca nel sud della Germania nelle prime ore del giorno, uccidendo una persona e ferendone quattro prima di essere colpito dalla polizia

La discoteca dove l'iracheno ha aperto il fuoco
La discoteca dove l'iracheno ha aperto il fuoco (ANSA/OLIVER HANSER)

BERLINO - Un uomo ha aperto il fuoco in una discoteca nel sud della Germania nelle prime ore del giorno, uccidendo una persona e ferendone quattro prima di essere colpito dalla polizia. Lo rende noto la polizia tedesca. L'assalitore, un iracheno di 34 anni, «è stato gravemente ferito in una sparatoria con la Polizia mentre si stava allontanando dal locale ed è successivamente morto in ospedale», recita una nota della polizia. Il movente dell'uomo, che probabilmente ha agito da solo, non è ancora noto, ha aggiunto la polizia. L'uomo aveva cominciato a sparare in un locale notturno della città di Costanza alle 4.30 (0230 GMT), ferendone fatalmente uno e lasciandone tre gravemente ferite. Poco dopo aver lasciato la discoteca, è stato intercettato dalla polizia, che lo ha colpito. Anche un agente è rimasto ferito nello scontro a fuoco.

Non è terrorismo
Gran parte dei clienti del nightclub ha lasciato terrorizzata l'edificio, altri si sono nascosti all'interno, ha fatto sapere la polizia. L'uomo risiedeva da molti anni in Germania, non era «un richiedente asilo», ha riferito il portavoce della polizia della città tedesca, Fritz Beziker, che - secondo quanto riporta Ntv - ha escluso per ora l'ipotesi terrorismo

(fonte: Afp)