21 marzo 2019
Aggiornato 20:30
La visita di Putin del 25 foriera di grandi accordi

Il «colpaccio» di Putin: Gazprom in Cina firmerà per stoccaggio e generazione gas

Gazprom e la cinese CNPC potrebbero firmare un memorandum sulla cooperazione per la creazione di una stazione per lo stoccaggio sotterraneo di gas, nonché la generazione di gas

MOSCA - Gazprom e la cinese CNPC potrebbero firmare un memorandum sulla cooperazione per la creazione di una stazione per lo stoccaggio sotterraneo di gas, nonché la generazione di gas. La sigla si dovrebbe tenere durante la visita del presidente russo Vladimir Putin in Cina il 25 giugno. Lo riporta il quotidiano Vedomosti che ha citato un rappresentante della CNPC.

L'accordo
Secondo la pubblicazione, si tratta di un accordo quadro riguardante il territorio della Cina, i parametri non sono ancora stati determinati. Un rappresentante Gazprom non ha commentato il documento. Da notare che Gazprom e CNPS hanno a lungo discusso la cooperazione in materia di impianti di stoccaggio sotterraneo e la generazione di gas. Nel mese di dicembre, è stato riferito che Gazprom e CNPC esploreranno la possibilità di creare una joint venture per lo stoccaggio del gas in Cina e hanno già individuato potenziali progetti.

Oltre trenta accordi
Russia e Cina firmeranno un totale di oltre trenta accordi e documenti durante la visita ufficiale del presidente russo Vladimir Putin a Pechino. Con l'atteso viaggio in Cina, Putin si gioca ben più di un semplice 'risiko' energetico. Il leader del Cremlino potrebbe infatti decidere di vendere il 19,5% del capitale di Rosneft a Cina e India, per garantirsi la rielezione per il prossimo mandato, secondo quanto riportato da Bloomberg nei giorni scorsi. Peraltro sull'onda di questi rumors il titolo Rosneft a Londra ha compiuto un balzo, portando il valore della società a oltre 52 miliardi di dollari, guadagnando il 43% da inizio anno.

(Fonte Askanews)