14 ottobre 2019
Aggiornato 12:30
Senatore al 60%, l'ex segretario al 33%

Usa 2016, Sanders doppia la Clinton nel New Hampshire

Bernie Sanders continua ad aumentare il proprio vantaggio su Hillary Clinton nei sondaggi, in vista delle primarie del New Hampshire, il secondo Stato a votare, il 9 febbraio

NEW YORK - Bernie Sanders continua ad aumentare il proprio vantaggio su Hillary Clinton nei sondaggi, in vista delle primarie del New Hampshire, il secondo Stato a votare, il 9 febbraio. Secondo l'ultimo sondaggio di Cnn/Wmur, il senatore del Vermont avrebbe 27 punti di vantaggio, con il 60% delle intenzioni di voto, contro il 33 per cento.

Il sondaggio
Il sondaggio, che ha un margine di errore del 4,8%, è stato in gran parte condotto prima dell'ultimo dibattito democratico di domenica scorsa e mostra che, rispetto alla rilevazione tra novembre e dicembre, il sostegno a Sanders è cresciuto del 10% e quello a Clinton è diminuito del 7 per cento. Il 52% degli elettori ha dichiarato di aver definitivamente deciso a chi dare il voto, rispetto al 36% dell'inizio di dicembre. Tra questi, Sanders è in vantaggio 64% a 35 per cento.

Le preoccupazioni di Hillary
Secondo la media di Real Clear Politics, in New Hampshire Sanders guida con il 51,2%, davanti a Clinton, scesa al 39,8 per cento. A livello nazionale, l'ex segretario di Stato resta in testa con 13,2 punti di vantaggio sul senatore del Vermont. Clinton, in queste ore, non solo guarda con preoccupazione ai sondaggi, ma anche allo scandalo delle e-mail che continua a perseguitarla: secondo una fonte interna alle indagini, citata dalle tv statunitensi, alcuni messaggi di posta elettronica, inviati tramite il suo server privato quando era segretario di Stato, sarebbero stati 'top secret'.

(Con fonte Askanews)