9 dicembre 2019
Aggiornato 22:00

Russia, non si fermano le ruspe di Putin

Prosegue il rafforzamento della linea dura della Russia contro l'import di prodotti Ue sotto embargo. Una partita di contrabbando, con verdure coltivate nell'Ue, è stata distrutta in Crimea

MOSCA (askanews) - Prosegue il rafforzamento della linea dura della Russia contro l'import di prodotti Ue sotto embargo. La partita di contrabbando, con verdure coltivate nell'Ue, è stata distrutta in Crimea, mentre si tentava di farla entrare dall'Ucraina, secondo il servizio stampa dell'Ufficio regionale Rosselkhoznadzor, l'Authority competente russa.

Bloccata sulla frontiera
Secondo le autorità, gli ispettori hanno bloccato la merce presso il valico di frontiera Armjansk. Le merci di contrabbando di peso superiore a 4 tonnellate erano nascoste in un camion con sacchi di patate, cipolle e cavolo di produzione ucraina.

Ruspe in azione da agosto
Su ordine di Vladimir Putin le ruspe, da inizio agosto, sono in azione per distruggere i prodotti occidentali sotto embargo che continuano ad arrivare alla frontiera russa. Il divieto si prodotti agroalimentari europei, decretato ad agosto 2014, è stato esteso di un anno in risposta al proseguire delle sanzioni occidentali contro la Russia per la crisi ucraina.