24 giugno 2019
Aggiornato 17:00
All'indomani dal lancio di manovre congiunte nel Mediterraneo

Putin guarda a Pechino

La Cina era al fianco della Russia al V-Day bistrattato dall'Occidente. Ora, sono in corso esercitazioni sino-russe nel Mar Mediterraneo, che sanciscono la collaborazione tra le due potenze asiatiche. Patto militare in vista?

MOSCA (askanews) - I media di stato cinesi hanno lodato la collaborazione con la Russia all'indomani del lancio delle prime esercitazioni navali congiunte delle due Marine nel mar Mediterraneo, che hanno provocato preoccupazioni nell'Occidente.

11 giorni
Le manovre, che coinvolgono nove navi da guerra russe e cinesi, dureranno 11 giorni e sono state lanciate dalla base russa vicino al porto nel mar Nero di Novorossiysk, ha spiegato ieri sera il ministero della Difesa di Mosca. Per la Cina si tratta delle esercitazioni navali più lontane dalle proprie acque territoriali mai svolte.

Cooperazione avviata 
Le navi si dirigeranno oggi verso il Mediterraneo, ha spiegato l'agenzia di stampa cinese Xinhua, aggiungendo che le manovre «dimostrano chiaramente che entrambi i paesi lavoreranno l'uno al fianco dell'altro per salvaguardare la pace e l'ordine internazionale post-bellico». Il commento della Xinhua attacca l'Occidente, dicendo che le esercitazioni mostrano «a coloro che guardano con sospetto a questa collaborazione» che «relazioni più strette tra Cina e Russia possono contribuire a un mondo migliore».

Esercitazioni non dirette contro terzi
Il presidente cinese Xi Jinping era a Mosca la scorsa settimana per prendere parte alla parata militare che ha segnato le celebrazioni per il 70esimo anniversario della vittoria sulla Germania nazista. L'evento è stato saltato dai leader occidentali, che puntano il dito contro il ruolo assunto da Mosca nella crisi ucraina. Nel comunicato del ministero della Difesa russo le esercitazioni navali «non sono dirette contro una terza parte e non hanno nulla a che fare con la situazione politica nella regione», aggiungendo che «approfondiranno ulteriormente la cooperazione amichevole e pratica tra i due paesi».

Patto militare in vista?
 Il Global Times, voce internet in inglese del Partito comunista cinese, ha aggiunto che «l'Occidente dovrebbe chiedersi se ha fatto qualcosa di fastidioso a entrambe, Russia e Cina, la cui stretta relazione disturba così tanto». E ha ironizzato: «Nonostante le differenze culturali, entrambe le nazioni, diversamente dai rapporto tra 'padrone e servo' di Usa e Giappone, sono sullo stesso piano». Tuttavia l'editoriale del Global Times tira anche il freno a mano sulla possibilità che si stringa un patto militare tra i due paesi, rivali durante la guerra fredda. «La storia ricorda a Cina e Russia che un'alleanza non è nell'interesse di nessuna delle due», spiega. Le esercitazioni nel Mediterraneo sino-russe vengono mentre due incrociatori giapponesi e una delle più moderne navi delle Filippine hanno avviato storiche esercitazioni navali nel Mar cinese meridionale, un'area interessata da rivendicazioni territoriali cinesi. Pechino, dal canto suo, sta progettando di fare una grande parata militare per celebrare i 70 anni dalla vittoria sui giapponesi. Per la prima volta forze russe dovrebbero prendervi parte per la prima volta.