12 dicembre 2019
Aggiornato 14:30

I miliardari fratelli Koch avrebbero scelto Scott Walker

Il governatore del Wisconsin, 47 anni, ha conquistato la ribalta nazionale negli ultimi mesi ed è, tra i possibili candidati, quello che, secondo i sondaggi, potrebbe mettere più in difficoltà Jeb Bush. La scelta dei fratelli Koch è indiscutibilmente un «endorsement» di peso per Walker, a caccia di finanziamenti e voti

NEW YORK (askanews) - Charles e David Koch, i fratelli miliardari conosciuti per le loro idee conservatrici e per essere tra i principali finanziatori delle campagne elettorali del partito repubblicano, avrebbero scelto il loro candidato per le presidenziali 2016: Scott Walker.

Il governatore del Wisconsin, 47 anni, ha conquistato la ribalta nazionale negli ultimi mesi ed è, tra i possibili candidati, quello che, secondo i sondaggi, potrebbe mettere più in difficoltà Jeb Bush. La scelta dei fratelli Koch è indiscutibilmente un «endorsement» di peso per Walker, a caccia di finanziamenti e voti: la rete di nonprofit politiche, super Pac e donatori influenzabili vale quasi 900 milioni di dollari nei prossimi due anni, secondo il New York Times.

A quanto riporta il quotidiano, a un evento di raccolta fondi a Manhattan per il partito repubblicano dello Stato di New York, David Koch avrebbe detto ai donatori che lui e il fratello credono che Walker sia il candidato migliore per permettere al partito repubblicano di tornare alla Casa Bianca. «Sosterremo qualsiasi candidato sarà scelto» ha detto Koch, secondo le fonti del quotidiano, «ma dovrebbe essere Scott Walker». La portavoce di Koch ha in parte smentito la frase, affermando che Koch vuole rimanere ufficialmente neutrale durante le primarie.

La preferenza di Koch, a prescindere dalle parole, sembra indirizzata senza dubbio a Walker, secondo molte persone presenti all'evento. In questo caso, potrebbe essere considerata conclusa una delle più importanti «primarie invisibili», quando i candidati girano il Paese non per cercare il sostegno degli elettori, ma la benedizione dei maggiori donatori. Con le 'primarie' dei fratelli Koch ormai chiuse, ai candidati serve ora convincere soprattutto Sheldon Adelson, miliardario conservatore conosciuto per le sue posizioni a favore di Israele. Al momento, ci sono tre repubblicani che hanno ufficialmente lanciato la propria candidatura: Ted Cruz, Rand Paul e Marco Rubio.