27 febbraio 2024
Aggiornato 20:00
Trasporto aereo

Sommergibile australiano cercherà il Boeing 777 della Malaysian Airlines

Arriva Bluefin-21 per le operazioni di ricerca dell'aereo scomparso l'8 marzo 2014 nel sud dell'Oceano Indiano con 239 persone a bordo. Il natante può scendere fino a una profondità di 4mila 500 metri, nella speranza di riuscire a individuare sul fondale quel che resta del volo MH370

CANBERRA – L'Australia ha messo a disposizione il sottomarino Bluefin-21 per le operazioni di ricerca del Boeing 777 della Malaysian Airlines scomparso l'8 marzo 2014, in circostanze ancora avvolte dal mistero nel sud dell'Oceano Indiano mentre era in rotta da Kuala Lampur a Pechino, con 239 persone a bordo.

La zona delle ricerche è un'area di 40 chilometri quadrati. L'equipaggio della nave militare australiana «Ocean Shield» impiegherà il sottomarino che può scendere fino a una profondità di 4mila 500 metri, nella speranza di riuscire a individuare sul fondale quel che resta del volo MH370, presumibilmente inabissatosi proprio in questa zona di mare, al nord dell'Australia. Da quasi una settimana non vengono più captati i segnali delle scatole nere ma proprio in queste ultime ore gli aerei che pattugliano la zona, alla ricerca di possibili tracce dell'incidente, hanno individuato una chiazza di carburante. Un campione di 2 litri d'acqua è stato prelevato per essere analizzato; i risultati però non saranno pronti prima di qualche giorno.