18 novembre 2019
Aggiornato 03:00
Lo ha scritto il quotidiano «The Times»

Pistorius cerca accordo con i genitori della fidanzata

I legali di «Blade Runner», come è soprannominato l'atleta paralimpico sudafricano che a marzo sarà processato per l'omicidio di Reeva Steenkamp, stanno valutando un accordo per mancati introiti e stress emotivo

PRETORIA - Oscar Pistorius sta tentando di negoziare un accordo extra-giudiziario per pagare i danni ai genitori della fidanzata uccisa nel giorno di San Valentino. Lo ha scritto il quotidiano The Times.

I legali di 'Blade Runner', come è soprannominato l'atleta paralimpico sudafricano che a marzo sarà processato per l'omicidio di Reeva Steenkamp, stanno valutando un accordo per mancati introiti e stress emotivo, ha riportato il quotidiano. Vogliono che tutto sia risolto prima dell'apertura del processo, prevista il 3 marzo.

The Times ha scritto che Kenny Oldwage, l'avvocato di Pistorius, ha confermato l'esistenza di una trattativa con la famiglia Steenkamp. Steenkamp e il fratellastro sostenevano finanziariamente i genitori, che sono pensionati. Il sostegno comprendeva il pagamento dell'affitto della loro casa nella città di Port Elizabeth. I genitori starebbero pensando a una causa civili per ottenere tre milioni di rand (circa di euro) di risarcimento danni.

Steenkamp, avvenente modella bionda laureata in legge che ieri avrebbe compiuto 30 anni, è morta nel bagno dell'esclusiva residenza di Pistorius a Pretoria. L'atleta, attualmente libero su cauzione, ha riconosciuto di aver ucciso Steenkamp ma ha negato l'omicidio, spiegando di aver sparato a quello che credeva fosse un ladro.