8 giugno 2023
Aggiornato 00:00
Medio Oriente

Netanyahu pronto ad un accordo di pace con i palestinesi

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu è pronto ad accettare il ritiro dal 90% della Cisgiordania e l'evacuazione di numerosi insediamenti in un accordo di pace con i palestinesi, qualora venissero accolte le sue richieste in materia di sicurezza

GERUSALEMME - Il premier israeliano Benjamin Netanyahu è pronto ad accettare il ritiro dal 90% della Cisgiordania e l'evacuazione di numerosi insediamenti in un accordo di pace con i palestinesi, qualora venissero accolte le sue richieste in materia di sicurezza. E' quanto ha dichiarato ad Ha'aretz un ministro israeliano del partito Likud di Netanyahu.

OGGI VERTICE CON KERRY - Oggi il premier israeliano incontrerà il Segretario di Stato Usa, John Kerry, al suo quinto viaggio nella regione per rilanciare il processo di pace.
«Netanyahu è consapevole che per arrivare a un accordo di pace sarà necessario ritirarsi da oltre il 90% della Cisgiordania ed evacuare molti insediamenti - ha detto il ministro ad Ha'aretz - il Premier sa che questa è una delle questioni che verranno discusse». La stessa fonte ha quindi sottolineato come la sicurezza sia la principale fonte di preoccupazione del premier e sarà questa la principale richiesta da parte israeliana. Qualora le richieste israeliane venissero accolte, Netanyahu è pronto a fare importanti concessioni territoriali.