14 giugno 2024
Aggiornato 07:30
Esteri | Sudafrica

Pistorius aveva chiesto licenza per 6 armi pesanti

L'udienza di questa mattina dovrebbe iniziare alle 9, ora locale: gli avvocati dell'atleta chiederanno la scarcerazione su cauzione, mentre la Procura dovrebbe confermare l'accusa di omicidio premeditato a suo carico

PRETORIA - Secondo i media sudafricani, Oscar Pistorius, atteso oggi in tribunale a Pretoria per una seconda udienza, avrebbe chiesto a gennaio la licenza per il porto di sei armi pesanti. In particolare, scrive il quotidiano The Star, l'atleta paralimpico sudafricano, che la notte di San Valentino ha ucciso la fidanzata Reeva Steenkam con il suo revolver Parabellum, aveva chiesto la licenza per un fucile Maverick, un fucile Mossberg, un fucile Winchester, una carabina Vextor 223, un revolver Smith & Wesson 500 e un revolver 38 Special.

Sempre secondo il quotidiano di Johannesburg, Pistorius non possedeva invece la licenza per l'arma del crimine, una calibro 9. Confermando queste informazioni, un altro giornale, Beeld, aggiunge però che la licenza gli era stata rifiutata nel 2008, ma che dopo un appello, l'aveva ottenuta nel 2010.
L'udienza di questa mattina dovrebbe iniziare alle 9, ora locale: gli avvocati dell'atleta chiederanno la scarcerazione su cauzione, mentre la Procura dovrebbe confermare l'accusa di omicidio premeditato a suo carico.