15 novembre 2019
Aggiornato 18:00
Esteri | Sudafrica

Dramma Pistorius, spara e uccide la fidanzata: arrestato

Dal sogno dei Giochi al drama del carcere. Oscar Pistorius, il velocista sudafricano bia-mputato che ha partcipato lo scorso anno alle gare dell'Olimpiade di Londra, ha sparato e ucciso la propria fidanzata, la modella sudafricana trentenne Reeva Steenkamp

JOHANNESBURG - Dal sogno dei Giochi al dramma del carcere. Oscar Pistorius, il velocista sudafricano bia-mputato che ha partecipato lo scorso anno alle gare dell'Olimpiade di Londra, ha sparato e ucciso la propria fidanzata, la modella sudafricana trentenne Reeva Steenkamp. L'avrebbe scambiata per un ladro intrufolatosi nella sua casa di Pretoria. Ha sparato quattro colpi d'arma da fuoco, colpendola alla testa e a un braccio.

Pistorius è stato interrogato per alcune ore dalla polizia locale sulle circostanza dell'omicidio e trattenuto in arresto: già oggi dovrà comparire davanti a un giudice. Secondo un portavoce delle forze di sicurezza, che hanno solo confermato «l'arresto di un uomo di 26 anni», l'incidente ha avuto luogo alle 4 del mattino, ora locale.

Sarebbe stato lo stesso Pistorius, secondo la stampa locale, a confessare di avere scambiato la donna per un ladro. Stando alle prime ricostruzioni dell'incidente, la vittima si sarebbe intrufolata di nascosto nell'abitazione superprotetta dell'atleta, suo fidanzato, per una sorpresa di San Valentino, finita poi in tragedia.