25 ottobre 2020
Aggiornato 02:30
La crisi dei debiti sovrani | Il caso Grecia

Samaras: Ce la faremo, grazie italiani

Il presidente del Consiglio Mario Monti ha incontrato oggi a Roma il primo ministro greco Antonis Samaras, in occasione della sua partecipazione alla riunione internazionale del gruppo dei democratici cristiani e del centro: «Riforme necessarie, la Grecia vada avanti»

ROMA - «Innanzitutto voglio dire grazie a tutti gli italiani, con noi greci sono sempre stati molto amichevoli e generosi. E noi non ce lo dimenticheremo mai». Lo ha affermato il premier della Grecia, Antonis Samaras, a margine degli incontri tra i leader cristiano-democratici Idc-Cdi a Roma. E a chi gli chiedeva sulle serrate trattative della Grecia con la troika Ue-Bce-Fmi sui nuovi aiuti, Samaras ha semplicemente risposto: «Ce la faremo».

Monti vede Samaras: Riforme necessarie, Grecia vada avanti - Il presidente del Consiglio Mario Monti ha incontrato oggi a Roma il primo ministro greco Antonis Samaras, in occasione della sua partecipazione alla riunione internazionale del gruppo dei democratici cristiani e del centro. L'incontro - ha riferito Palazzo Chigi in una nota - è avvenuto all'interno del quadro dei frequenti contatti che i leader dell'eurozona stanno avendo regolarmente per discutere sulle possibili soluzioni.
Il presidente Monti e il primo ministro Samaras hanno ribadito - viene spiegato - la loro convinzione sull'assoluta necessità di salvaguardare l'integrità dell'Eurozona, stabilizzare i mercati e procedere nel processo di integrazione europeo secondo le linee dettate dal rapporto del presidente Van Rompuy.
Il presidente Monti - continua la nota di Chigi - ha elogiato il lavoro che il primo ministro Samaras sta portando avanti e ha incoraggiato il Governo greco nel proseguire in questa direzione, consolidando le finanze pubbliche e attuando tutte le riforme necessarie, che sono una condizione essenziale per ristabilire la crescita economica e sostenere l'occupazione.

Rajoy, Samaras e la vedova di Payà fra i Vicepresidenti dell'IDC - Il congresso dell'Internazionale democristiana e di centro riunito a Roma ha conferito a Ofelia Payà, vedova del leader dei Movimento Cristiano di Liberazione cubano, la vicepresidenza onoraria dell'Idc. Eletti tra i vicepresidenti anche il Primo Ministro spagnolo Mariano Rajoy e quello greco Antonis Samaras. Confermato nel ruolo di segretario esecutivo lo spagnolo Antonio Lopez Isturiz, che verra' affiancato dall'italiana Emanuela Farris, chiamata a ricoprire l'incarico di segretario esecutivo aggiunto.