24 ottobre 2020
Aggiornato 20:01
Merkel: la Grecia fuori dall'Euro? Attenzione alle parole

Vienna: Più tempo per Atene

La Grecia potrebbe ottenere una proroga per il raggiungimento degli obbiettivi di riduzione del debito sempre che rispetti gli impegni assunti con i creditori: lo ha dichiarato il Cancelliere austriaco Werner Faymann, intervistato dal settimanale austriaco «Oesterreich». Samaras fiducioso: Messo fine a critiche e sfiducia

VIENNA - La Grecia potrebbe ottenere una proroga per il raggiungimento degli obbiettivi di riduzione del debito sempre che rispetti gli impegni assunti con i creditori: lo ha dichiarato il Cancelliere austriaco Werner Faymann, intervistato dal settimanale austriaco «Oesterreich».
«Vedo buone possibilità di un rispetto degli accordi fra Atene e l'Ue, se ciò venisse garantito sarei favorevole a una proroga del rimborso del debito di due o tre anni - spetta agli esperti decidere il periodo» ha spiegato Faymann, sottolineando come la crisi e la disoccupazione in Grecia abbiano raggiunto un livello tale da rendere impossibile per Atene ripianare i debiti se non le verrà concesso maggior tempo per farlo.
Il Cancelliere ha infine osservato come un collasso dell'Eurozona sarebbe estremamente pericoloso per l'Austria, in quanto implicherebbe una caduta delle esportazioni, un aumento della disoccupazione e una diminuzione dei salari.

Merkel: la Grecia fuori dall'euro? Attenzione alle parole - L'Europa «si trova in una fase fondamentale» e «tutti dovrebbero misurare le parole»: è quanto ha risposto il Cancelliere tedesco Angela Merkel a una domanda della televisione Ard sulle opinioni in seno alla sua coalizione di governo di un'uscita della Grecia dall'Eurozona. «Negli ultimi due anni e mezzo la fiducia si è fortemente incrinata, attendiamo gli esiti del rapporto della 'troika'», ha concluso Merkel riguardo alla visita del premier greco Antonis Samaras, ricevuto venerdì a Berlino: «Come già altri, ho detto al Primo ministro che rimane ancora molto da fare».

Samaras fiducioso: Messo fine a critiche e sfiducia - Il premier greco Antonis Samaras si è detto fiducioso nel fatto che il suo recente giro di visite in Europa metterà fine alle critiche contro Atene, in un'intervista all'emittente radiofonica Net. «Voglio credere che questi colloqui ci hanno permesso di rovesciare lentamente il clima di sfiducia nei confronti del Paese, dico 'lentamente' perché tutti ci chiedono delle prove dei cambiamenti in corso: questi sforzi proseguiranno» ha dichiarato Samaras, che negli ultimi giorni ha incontrato il Cancelliere tedesco Angela Merkel, il presidente francese François Hollande e il presidente dell'Eurogruppo Jean-Claude Juncker.