4 giugno 2020
Aggiornato 17:30
Ambiente | Disastro Fukushima

Giappone, Aiea soddisfatta per i progressi a Fukushima

«Globalmente il governo giapponese e Tepco hanno realizzato dei progressi significativi ed hanno completato la seconda tappa del piano d'azione della Tepco entro fine anno, come previsto»

VIENNA - L'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea) ha salutato oggi con soddisfazione «i progressi significativi» compiuti dal governo giapponese e dalla società Tokyo Electric Power (Tepco) riguardo al loro impegno per stabilizzare la situazione dei reattori della centrale di Fukushima, gravemente danneggiata dal terremoto e successivo tsunami dell'11 marzo scorso.
«Globalmente il governo giapponese e Tepco hanno realizzato dei progressi significativi ed hanno completato la seconda tappa del piano d'azione della Tepco entro fine anno, come previsto», ha detto il direttore generale dell'Aiea, Yukiya Amano, in un comunicato diffuso oggi.

Tokyo ha decretato lo stato d'arresto a freddo dei reattori danneggiati della centrale. Questa tappa cruciale, nove mesi dopo la catastrofe naturale che ha devastato parte del Giappone, significa che la temperatura all'interno delle cave dei reattori è ormai stabile sotto i 100 gradi Celsius e che le emissioni radioattive sono sotto controllo. Lo stato di allerta a Fukushima, in ogni caso, non è ancora stato revocato. «La battaglia non è ancora finita», ha detto il primo ministro giapponese Yoshihiko Noda.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal