4 agosto 2020
Aggiornato 21:30
Presidenziali USA 2012

Cain resiste nei sondaggi nonostante le accuse di molestie

Il candidato alla nomination presidenziale repubblicana ed ex amministratore delegato della catena di pizzeria Godfather's Pizza, mantiene il secondo posto nei sondaggi. Intanto emergono nuovi particolari sui pagamenti alle accusatrici

NEW YORK - Herman Cain, il candidato alla nomination presidenziale repubblicana ed ex amministratore delegato della catena di pizzeria Godfather's Pizza, mantiene il secondo posto nei sondaggi repubblicani nonostante le accuse di molestie sessuali che da una settimana si sono abbattute sulla sua campagna elettorale. A livello nazionale, Cain si attesta al 23 per cento, appena dietro l'ex governatore del Massachusetts Mitt Romney, ancora in testa con il 24 per cento delle preferenze. Al terzo posto rimane il governatore del Texas Rick Perry, fermo al 13, mentre a seguire sale nei sondaggi Newt Gingrich, con il 12 per cento. Questo il risultato, un po' a sorpresa, del recente sondaggio condotto dal Washington Post e da ABC nei giorni immediatamente successivi allo scoppio dello scandalo.

Il 55 per cento dei repubblicani, infatti, è convinto che le accuse non siano serie, mentre il 70 afferma che la situazione non influisce comunque sul loro orientamento di voto. Dalle interviste emerge anche che la base elettorale di Cain si è allargata: il candidato non solo mantiene un forte sostegno tra i repubblicani che si definiscono vicini al Tea Party, ma ha aumentato del 14 per cento la sua popolarità anche tra i conservatori più tradizionali, che si dichiarano lontani dal movimento.

Nel frattempo, però, continuano ad uscire ulteriori dettagli ed indiscrezioni circa le accuse di molestie. Secondo quando riporta Politico, una delle donne che lavorava per Cain quando era presidente della National Restaurant Association e ne ha denunciato il comportamento inappropriato avrebbe ricevuto un pagamento di 45.000 dollari per tacere, una cifra nettamente superiore a quella indicata dal candidato repubblicano nei giorni scorsi. Secondo Cain, infatti, alla donna erano stati pagati al massimo due o tre mesi di paga come accomodamento, mentre la cifra indicata corrisponde a oltre un anno di stipendio all'epoca dei fatti. Un'altra donna, invece, avrebbe ricevuto circa 35.000 dollari, secondo quanto riportato dal New York Times.