22 luglio 2019
Aggiornato 16:00
Gran Bretagna

Cameron si scusa con le donne: Non sono un sessista

Passo indietro del Premier dopo le battute sulla collega «frustrata»

LONDRA - Dopo la polemica per la parole sferzanti usate nei confronti di due colleghe «frustrate», David Cameron si cosparge il capo di cenere e chiede scusa: «Non sono un sessista», dice in un'intervista al Times. «Chiedo scusa. Profondamente scusa alle donne. Non sono un tipo da combriccola».

Per ben due volte, in passato, il premier britannico aveva zittito in modo sgarbato due colleghe parlamentari, la laburista Angela Eagle e la conservatrice Nadine Dorries. Le due deputate avevano chiesto chiarimenti al capo del governo su alcuni provvedimenti e sull'influenza dei liberal-democratici nella coalizione di governo.

La risposta di Cameron non era affatto piaciuta: «Lo so che lei è terribilmente frustrata», aveva risposto alla Dorries. Poi, il pentimento. «Se ho offeso qualcuno, credo profondamente scusa. Non volevo. Ho detto alla Camera dei Comuni delle cose decisamente sbagliate», ha insistito il primo ministro.