31 marzo 2020
Aggiornato 04:00
Le rivelazioni di WikiLeaks

Assange: Abbiamo documenti sulla News Corp di Murdoch

«Polizza di assicurazione» se dovesse accadergli qualcosa

LONDRA - Julian Assange è in possesso di numerosi cablogrammi riservati statunitensi sulla News Corporation di Rupert Murdoch e un'altra testata non specificata: lo ha affermato lo stesso fondatore di WikiLeaks in un'intervista che verrà pubblicata domani dal settimanale britannico The New Statesman.

Assange - che attende a Londra l'esito del processo di estradizione verso la Svezia, dove è ricercato per stupro - ha definito i documenti una «polizza di assicurazione» che verrà resa pubblica «qualora dovesse succedere qualcosa» al giornalista australiano o al sito da lui diretto.

Il tentativo della giustizia statunitense di portare in giudizio Assange dovrebbero preoccupare le principali testate, ha poi spiegato: «Se io posso essere incriminato, possono esserlo anche altri giornalisti: anche il New York Times è preoccupato, ed è la prima volta».

Assange ha infine sottolineato come il principale «nemico tecnologico» del sito non siano gli Stati Uniti ma la Cina, che avrebbe dispiegato tecniche di intercettazione informatica «aggressive e sofisticate» per impedire ai propri cittadini di accedere al materiale diffuso da WikiLeaks.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal