1 giugno 2020
Aggiornato 09:30
Missione ISAF

Afghanistan, Rasmussen: «realistica» ipotesi ritiro nel 2014

Il Segretario Generale della NATO: la fase di «transizione» inizierà all'inizio del 2014

LONDRA - A poche ore dall'apertura del vertice di Lisbona, il Segretario generale della Nato Anders Fogh Rasmussen ha ribadito che il ritiro entro il 2014 delle truppe straniere presenti oggi in Afghanistan è un'ipotesi «realistica», anche se «gli alleati sono pronti a rimanere il tempo necessario».
A Lisbona, ha aggiunto, «faremo un annuncio molto importante: una graduale transizione delle responsabilità agli afgani comincerà all'inizio 2011. Noi speriamo che questo processo termini entro la fine del 2014, e ritengo realistico questo percorso». Ai microfoni della radio britannica BBC, Rasmussen ha sottolineato di essere ottimista alla luce degli sviluppi sul terreno, e «i fatti sono che oggi vediamo passi avanti concreti sul campo in Afghanistan. Abbiamo inviato più truppe straniere e questo ha un forte impatto sulla situazione in Afghanistan». Sono oltre 150.000 i soldati stranieri presenti oggi in Afghanistan.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal