16 ottobre 2021
Aggiornato 19:00
Caricato il combustibile

L'Iran «mette in moto» la centrale di Bushehr

L'impianto inizierà a produrre energia all'inizio del 2011. Il suo funzionamento è controllato dall'Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica

TEHERAN - L'Iran ha cominciato oggi a caricare combustibile nella centrale nucleare di Bushehr, nel sud del Paese. Lo ha annunciato la televisione di Stato Press Tv. Gli ingegneri iraniani e russi avevano cominciato a far circolare il combustibile nel principale reattore della centrale lo scorso agosto, ma una perdita nella vasca di raccolta aveva fatto rinviare l'operazione. Teheran ha annunciato che l'impianto da 1.000 megawatt, costruito con la collaborazione russa, inizierà a produrre energia all'inizio del 2011.

Controllo AIEA - Al contrario degli altri impianti nucleari iraniani, Bushehr non è oggetto delle sanzioni approvate dal Consiglio di Sicurezza dell'Onu: il suo funzionamento è controllato dall'Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica (Aiea) e il combustibile, una volta esaurito, verrà rispedito in Russia per evitare che possa essere utilizzato a fini bellici.