20 settembre 2019
Aggiornato 18:30
L'assalto alla nave degli aiuti

Khamenei: il sionismo nuovo volto del fascismo

La Guida suprema iraniana: «Attacco criminale» contro il convoglio di aiuti

TEHERAN - L'attacco israeliano contro il convoglio di aiuti diretto a Gaza «è la prova che il sionismo è il nuovo volto, il più violento, del fascismo». Lo ha dichiarato oggi la Guida suprema iraniana, l'ayatollah Ali Khamenei, stando a quanto riportato dalla televisione di Stato.

«ATTACCO CRIMINALE» - «L'attacco criminale è la prova per tutti che il sionismo è il nuovo volto, il più violento, del fascismo, che questa volta è aiutato da governi, come quello degli Stati Uniti, che pretendono di difendere la libertà e i diritti dell'uomo - ha detto Khamenei - i Paesi che sostengono questo regime sanguinario e spudorato, come Stati Uniti, Regno Unito e Francia, devono rispondere» dell'azione condotta dall'esercito israeliano contro il convoglio 'Freedom Flotilla', che ha causato 9 morti.
La Guida suprema iraniana ha poi denunciato quello che ha definito «il regime sanguinario, insolente e folle» che ha imposto «da tre anni un blocco alimentare e medico contro un milione e mezzo di palestinesi a Gaza». «L'Organizzazione della conferenza islamica e la Lega araba non devono accettare niente di meno della fine del blocco di Gaza (...) e il giudizio di criminali come (il primo ministro israeliano Benjamin) Netanyahu e (il ministro della difesa Ehud) Barak» , ha concluso Khamenei.