26 gennaio 2020
Aggiornato 19:00
Relazioni internazionali

Turchia-Armenia: difficoltà fanno ritardare firma accordo

Ministro Esteri armeno deve ancora incontrare rappresentante USA

ZURIGO - Difficoltà dell'ultimo minuto fanno ritardare la firma dello storico accordo di normalizzazione dei rapporti tra Armenia e Turchia, prevista questo pomeriggio a Ginevra. Lo ha riferito Ian Kelly, portavoce della rappresentanza statunitense, sottolineando che le due delegazioni ancora non sono giunte all'Università di Zurigo dove è prevista la cerimonia per la firma.

Sotto l'occhio attento di Russia, Stati Uniti, Unione europea, Francia e Svizzera i rappresentanti di Erevan e Ankara sottoscriveranno l'intesa che prevede, tra l'altro, la ripresa delle relazioni diplomatiche e prelude all'apertura del confine.

Il segretario di Stato Usa, Hillary Clinton, «è tornata in albergo», ha detto Kelly. Il ministro degli Esteri armeno, Edouard Nalbandian, deve ancora incontrare un membro della delegazione Usa, ha aggiunto.