18 giugno 2021
Aggiornato 16:30
«Utilizzate le enormi risorse militari per risolvere i problemi dei vostri popoli»

Ahmadinejad: «Nessuno pensi di aggredirci»

Presidente iraniano: «Truppe straniere lascino la regione mediorientale»

TEHERAN - «Tornate a casa e risolvete i vostri problemi. E' meglio». Il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad ha ingiunto ai paesi occidentali di ritirare le proprie truppe dall'Iraq e dall'Afghanistan, durante un discorso pronunciato in occasione dell'annuale parata militare a Teheran.
«Voglio consigliare loro di ritornare nei rispettivi paesi e utilizzare le enormi risorse militari per risolvere i problemi dei vostri popoli. E' meglio per voi», ha detto Ahmadinejad.

Evitare azioni ostili contro Teheran - «Come avete visto in Iraq e in Afghanistan, i popoli della regione sono ostili alla presenza degli stranieri ed è impossibile che le potenze straniere possano avere delle basi a lungo termine nella regione», ha commentato ancora il presidente iraniano.
Ahmadinejad ha anche invitato tutte le potenze occidentali a evitare azioni ostili contro Teheran. «Nessuna potenza oserà sviluppare l'idea di aggredire l'Iran», ha affermato. «Le nostre forze armate taglieranno, non importa dove nel mondo, la mano di chiunque sparerà un colpo contro l'Iran», ha insistito Ahmadinejad.

Israele: «Non esclusa l'opzione militare contro Teheran» - Israele non ha rinunciato all'opzione militare per impedire all'Iran di dotarsi della bomba atomica: lo ha detto ieri alla radio militare il vice ministro degli Esteri israeliano, Danny Ayalon, secondo quanto riporta il quotidiano israeliano Haaretz. Anche il comandante dell'esercito israeliano, il generale Gabi Ashkenazi, ha chiarito che tutte le opzioni sono ancora sul tavolo.

Secondo il generale il modo migliore per arginare le ambizioni nucleari di Teheran è attraverso le sanzioni. Ashkenazy ha comunque ribadito che Israele non esclude la possibilità di un attacco per fermare il programma atomico iraniano.

Queste dichiarazioni contraddicono quanto detto ieri dal presidente russo Dmitri Medvedev in una intervista alla Cnn. Medvedev ha affermato di aver ricevuto garanzie dal presidente israeliano Shimon Peres che Israele non attaccherà l'Iran.