25 gennaio 2020
Aggiornato 08:00

Una Bit per emozionare: vivere il turismo come esperienza

Ritorno a fieramilanocity: forte sinergia con Comune e Regione

https://adv.diariodelweb.it/video/askanews/2017/04/20170403_video_17144037.mp4

Milano - A due passi dai nuovi grattacieli di CityLife, simbolo di una Milano in continuo movimento, la Bit, Borsa internazionale del Turismo, torna in città e dedica la propria edizione 2017 ai viaggi come esperienze. Nei padiglioni di fieramilanocity, animati come una grande piazza globale, si può andare alla ricerca di viaggi di ogni tipo, da quelli più tradizionali al turismo LGBT, dall'oriente alle destinazioni più vicine .

Simona Greco, direttore della Bit per Fiera Milano. "In questi mesi - ci ha detto - abbiamo lavorato tanto con i nostri espositori nazionali e internazionali, cercando di trasmettere l'importanza di dare un'emozione al visitatore, sia esso un acquirente della destinazione Italia oppure un consumatore".

Particolarmente interessante l'apertura internazionale della Bit, luogo dove coesistono pacificamente Paesi storicamente divisi da rivalità, e che ha ospitato anche il ministro del turismo dell'Argentina, Gustavo Santos. "Vogliamo trasmettere agli italiani - ci ha detto - in particolare ai lombardi e ai milanesi che c'è una nuova Argentina, che si vuole aprire al mondo, un Argentina che è meravigliosa, grande come un continente, lunga 5mila km da nord a sud, con cinque diversi climi che vanno dalle nevi eterne all'altipiano. Vogliamo anche smentire il preconcetto che l'Argentina è cara - ha aggiunto il ministro -. L'Argentina è lontana, ma possiamo avvicinarla grazie alle offerte".

Restando sempre nelle Americhe, significativo anche il lavoro fatto dall'associazione Visit Usa, rappresentata dalla presidente per l'Italia Olga Mazzoni. "Per noi è stato un punto di ripartenza, ripartiamo e rilavoriamo per promuovere insieme, su una piazza come Milano che è imprescindibile per il mercato italiano, per noi è il number one. Esserci con una nuova Bit 2017 è guardare al futuro, guardare lontano".

Tanto anche lo spazio riservato in Bit alle regioni italiane, dalla Lombardia al Veneto, con il suo Leone veneziano, fino alla Puglia, una delle star del panorama turistico nazionale. Ma particolarmente importante dopo i recenti problemi anche la presenza delle Marche, e soprattutto il ritorno in Bit dopo alcune edizioni del Molise, con uno stand multimediale e tecnologico, e dell'Abruzzo, rappresentato dal vicepresidente regionale Giovanni Lolli. "Siamo una regione di persone dure - ci ha detto - che di fronte a queste difficoltà si rimboccano le maniche, lo abbiamo già fatto, e siamo pronti ad accogliere in un modo sicuro, emozionale, tutte le persone che vogliono venire a visitarci".

Decisivo poi, in un momento in cui Fiera Milano si pone al centro del momento di grande sviluppo, il rapporto con la città di Milan, che in Bit ha presentato le proprie eccellenze in un grande spazio multimediale.

"La cucitura con la città e con l'amministrazione comunale, così come la sinergia e la grande affinità con la Regione - ha concluso Simona Greco -, mai come in questi anni sono forti e questo trittico, insieme alle associazioni di categoria del territorio, alla fine è vincente, quindi dobbiamo continuare così, forti uniti, credendoci tutti insieme".