8 maggio 2021
Aggiornato 15:30
Trading

Trading online: 6 regole d’oro per scegliere il tuo broker di fiducia

Fare trading online è oramai una pratica molto diffusa, per minimizzare i rischi è importante scegliere il broker online che meglio si adatta alle proprie esigenze

Trading online
Trading online Unsplash

Fare trading online, e dunque effettuare la compravendita dei prodotti finanziari tramite internet, è oramai una pratica molto diffusa. Sono infatti numerose le persone che decidono di investire una parte dei propri soldi nei mercati finanziari, pur non possedendo molta esperienza nella negoziazione. Nonostante questo, i risultati non tardano a farsi vedere, sebbene la speculazione finanziaria sia soggetta a rischi.

Per minimizzare tali rischi intrinsechi a questo tipo di attività, il trader deve in primo luogo scegliere un servizio di intermediazione che sia in linea con i suoi obiettivi di investimento. Anche se non esiste un modo sicuro per garantire il successo incondizionato della speculazione, è possibile ottimizzare al massimo la propria operatività selezionando il broker online che meglio si adatta alle proprie esigenze.

Dunque, prima di iniziare a cliccare sui molti annunci di brokeraggio presenti in rete, è meglio prendersi del tempo per capire quale è il livello da cui si parte, quanti sono i soldi che si possono investire e quali sono i propri obiettivi economici.

Se si è alla prima esperienza di trading online, è preferibile dare la priorità a quei broker che offrono delle risorse educative di base, dei glossari completi, un facile accesso al personale di supporto e la possibilità di fare pratica tramite un conto demo.

Se invece si possiede una certa esperienza nella negoziazione dei prodotti finanziari, è possibile puntare a broker che offrono corsi di approfondimento per una formazione professionale, analisi complete di mercato e strumenti di trading avanzati per ottimizzare la negoziazione.

In linea generale, è di fondamentale importanza essere onesti con sé stessi e inquadrare degli obiettivi concreti poiché, a seconda del percorso che si deciderà di intraprendere, si privilegerà un intermediario finanziario piuttosto che un altro e una metodologia di trading ben precisa. Solo in questo modo si potrà crescere e divenire un bravo trader in grado di ottenere dei buoni risultati.

Come riconoscere un broker affidabile

Per operare sui mercati finanziari è dunque necessario registrasti presso una società di brokeraggio la quale farà da intermediario tra il committente e i mercati. Il broker metterà a disposizione dell’utente una piattaforma di trading online, su cui avverranno le negoziazioni dei prodotti e le relative transazioni economiche.

Essere iscritti presso un buon broker, come accennato in precedenza, sarà indispensabile per raggiungere i propri obiettivi di trading in maniera serena. Per questo motivo è bene tenere presente alcune caratteristiche che distinguono un broker affidabile da uno poco attendibile.

Di seguito sono elencate 6 regole d’oro utili per riconoscere le migliori piattaforme di investimento, messe a punto dagli specialisti di Trading online Broker, così da permettere anche agli investitori inesperti di tutelarsi dalle possibili truffe presenti sul web:

  1. Regolamentazione. Ogni società di brokeraggio deve risultare regolarmente autorizzata a offrire i propri servizi di trading sui mercati locali. Tale autorizzazione viene rilasciata da specifici enti di riferimento, i quali controllano efficienza, trasparenza e crescita dei mercati e tutelano gli investitori dalle frodi. Fra i più conosciuti a livello europeo vi sono CYSEC, FCA e CONSOB. La regolamentazione del broker dovrà risultare visibile sul sito internet;
  2. Qualità della piattaforma di trading. La piattaforma di trading, che il broker regolamentato metterà a disposizione del cliente, dovrà essere costituita dalla migliore tecnologia avere un’interfaccia semplice e intuitivo che permetta di operare in maniera efficiente. Inoltre dovrà avere strumenti tecnici utili per ottimizzare le strategie di negoziazione, come grafici di Borsa e conti demo;
  3. Sito ben fatto. Un sito esaustivo che presenterà in maniera chiara la biografia dell’azienda, sarà indice di attendibilità. Generalmente i broker che non esibiscono informazioni sufficienti o chiare sulla storia aziendale e sui servizi offerti, possono dimostrarsi poco affidabili;
  4. Costi di transazione. A prescindere dal tipo di trading che si andrà a praticare, si sarà sempre soggetti a dei costi di transazione. Ogni volta che si effettua una operazione finanziaria infatti si deve pagare uno spread o una commissione ed è quindi importante cercare un broker che presenti il giusto equilibrio tra sicurezza e bassi costi di transazione;
  5. Offerta formativa valida. Il broker dovrà dare del materiale didattico che si adatti ai livelli di conoscenza ed esperienza del trader, equilibrato nel rapporto tra teoria e pratica, organizzato in maniera chiara e supervisionato da esperti sempre disponibili al confronto;
  6. Assistenza clienti. Un servizio che supporti in maniera professionale e attenta l’utente 24h su 24h sarà indice di qualità. La competenza dei broker nel risolvere i problemi tecnici è importante tanto quanto la loro performance nell’esecuzione delle operazioni.

Seguendo questi consigli, sarà più semplice fare una cernita delle numerose società di brokeraggio online, e si potrà iniziare, con una consapevolezza maggiore, l’esperienza del trading.

Qualche consiglio per fare trading online sui mercati finanziari

Quando il trader avrà scelto il broker con cui operare, dovrà fare la registrazione presso il sito della società presentando un documento di riconoscimento, una mail valida ed effettuando un deposito minimo iniziale per aprire il proprio conto di intermediazione online.

Nel momento in cui si apre un conto online, è possibile iniziare operare sui mercati finanziari, ma quello che i trader più esperti consigliano è di organizzare, precedentemente, una strategia di speculazione aiutandosi con gli strumenti tecnici presenti sulla piattaforma di trading.

La strategia servirà a pianificare le negoziazioni e gli investimenti finanziari, riducendo i rischi di perdita. La sua validità potrà essere comprovata tramite una simulazione di trading virtuale. Il conto demo servirà proprio a questo scopo che, senza limiti di tempo o costi aggiuntivi, permetterà di provare e verificare i risultati di un dato piano operativo.

Durante la simulazione, qualsiasi siano i risultati, non si correrà il rischio di perdere i soldi investititi. Raggiunti gli obiettivi prefissati con la strategia simulata e accumulata l’esperienza pratica sufficiente, il trader sarà pronto per operare realmente sui mercati.

È buona norma raccogliere più informazioni possibili sui prodotti finanziari e sulle aziende che li hanno emessi in Borsa, e rimanere costantemente aggiornati sui movimenti di mercato, i quali possono essere condizionati da micro e macro fattori economici, dai cambiamenti politici e da particolari situazioni emergenziali.